La rivelazione al ministro Franceschini

Firenze, il sindaco Nardella annuncia: le botteghe del centro tutelate da un nuovo vincolo

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa

Una veduta panoramica dall'alto di FirenzeFIRENZE – Tutelare le botteghe storiche del centro di Firenze, facendo leva su una regola del codice dei beni culturali che impone il vincolo di destinazione degli spazi:
questo lo spirito di una nuova norma di cui, in un post su facebook, il sindaco Dario Nardella annuncia la presentazione a breve. Della questione, Nardella ha parlato oggi con il ministro Dario Franceschini, a Firenze per l’inaugurazione dell’edizione 2016 di Pitti Immagine uomo.

“L’occasione – racconta Nardella sul social network – è servita anche per parlare dei progetti comuni per Firenze a partire dalla tutela delle botteghe storiche che in tutte le città d’arte sono rimpiazzate da attività commerciali di bassa qualità e degradate. Come? Con un vincolo alla destinazione commerciale dei negozi storici scovato da una normetta del codice dei beni culturali e che a giorni sarà disciplinato per la prima volta a Firenze in modo particolare con il regolamento Unesco – prosegue il sindaco – i nostri caffè storici, le nostre botteghe artigiane non possono chiudere lasciando spazio a
minimarket dozzinali come se nulla fosse. Con questo vincolo daremo un colpo al degrado e alla cultura della rendita con la quale spesso si impongono canoni di affitto inaccettabili per gli artigiani allo scopo di sfrattarli per far posto ad attività più redditizie ma squalificate”.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.