Nella notte le ore più pericolose

Incidenti stradali: cresce il numero di quelli mortali (1.587, +2,5%). Ben 471 i decessi di motociclisti

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa

motomorto

ROMA – Torna a crescere il numero di vittime di incidenti stradali: i dati di Polizia stradale e Carabinieri
relativi al 2015 segnalano infatti un +2,5% di incidenti mortali (1.587, quaranta in più rispetto al 2014) e un +1,3% di vittime – che nel periodo tra giugno e settembre è salito a +13,5% – , passate dalle 1730 di due anni fa alle 1.752 del 2015.  Numeri ancora più elevati per quello che riguarda la mortalità tra i motociclisti:  nel 2015 ne sono morti 471, 81 in più rispetto al 2014, con un aumento percentuale di quasi il 21%. E aumentano anche i morti tra i pedoni (+3,6%, 204 contro i 197 del 2014). Quanto agli orari in cui si verificano gli incidenti, quelle più a rischio sono le ore notturne: nel corso del 2015, dalle 22 alle 6, si sono verificati 443 incidenti mortali (62 più del 2014) con 483 vittime (56 in più di due anni fa), con un aumento percentuale, rispettivamente, del 16,3% e del 13,1%.
Unici dati positivi, quelli riguardanti le vittime tra i ciclisti, passate da 99 a 87 con un calo del 12% e quelli
relativi alla mortalità tra gli under 30: si sono registrate 442 vittime contro le 470 del 2014, con un calo del 6%.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.