Sarà disponibile la App «Tap&Park». Niente più monetine da cercare

Firenze, parcheggi: dal 18 gennaio 2016 la sosta si paga con lo smartphone. Ecco come fare

di Domenico Coviello - - Cronaca, Economia, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Parcheggi a Firenze, dal 18 gennaio 2016 la sosta si potrà pagare via smartphone

Parcheggi a Firenze, dal 18 gennaio 2016 la sosta si potrà pagare via smartphone

FIRENZE – Dopo l’app per smarthphone «Firenze Parcheggi», grazie alla quale è possibile monitorare in tempo reale la disponibilità di posti auto nei parcheggi del capoluogo toscano, Palazzo Vecchio lancia una nuova applicazione. E adesso pagare la sosta della propria auto nei posti blu della zcs sarà più facile: da lunedì 18 gennaio entrerà infatti in funzione la modalità di pagamento tramite smartphone.

REGISTRARSI ONLINE – Sarà sufficiente registrarsi sul sito della Sas-Servizi alla Strada nell’apposita sezione dedicata a Tap&Park, scaricare l’applicazione già disponibile sui principali store e iscriversi al servizio per la città di Firenze.

CARTA DI CREDITO – Collegando i dati della carta di credito si potrà caricare il borsellino da cui, a scalare, sarà decurtata la cifra dovuta per la sosta. Addio quindi alla ricerca delle monetine per il parcometro.

APP STORE – Per installare Tap&Park l’utente, spiegano ancora dal Comune, può cercare «Tap&Park» sullo store di riferimento del suo smartphone (Apple store, Google Play e Windows store) oppure visitare il sito della Sas e nella sezione Tap&Park cliccare sull’icona dello store di riferimento del suo smartphone.

EMAIL DI CONFERMA – Il passo successivo è aprire l’applicazione, selezionare tra le città Firenze sul menù e compilare tutti i dati richiesti nella form di iscrizione al servizio. Dopo di che verrà visualizzata la schermata dove inserire username e password dove effettuare il login e sarà inviata una email di conferma dell’iscrizione.

IL BORSELLINO – Per quanto riguarda la ricarica del borsellino, sarà sufficiente premere nella home dell’applicazione sul pulsante apposito, selezionare il taglio di ricarica desiderato e cliccare su ricarica. A questo punto premendo sul pulsante «Acquista con carta di credito» si aprirà il gateway bancario dove inserire i dati relativi alla carta di credito. Una volta inseriti, basterà cliccare sul pulsante procedi per visualizzare il credito a disposizione.

I DATI DELLA SOSTA – Una volta parcheggiata l’auto, l’utente deve aprire l’applicazione Tap&Park e attendere che si attivi il GPS in modo da poter poi cliccare sul pulsante parcheggia. Deve quindi inserire data e ora di fine sosta e premere il pulsante «calcola» e, dopo aver verificato che i dati di sosta siano corretti, procedere con il pagamento.

ABBONAMENTO – Tramite l’applicazione, come pure tramite il sito, è possibile anche acquistare l’abbonamento per la sosta in zcs. Occorre premere sulla home dell’app il pulsante abbonamenti, selezionare la tipologia desiderata e procedere con l’acquisto con le stesse modalità del pagamento della sosta.

Contestualmente, lunedì prossimo 18 gennaio prenderanno il via anche i controlli mirati della Polizia Municipale. I vigili saranno dotati di palmari con cui potranno verificare se il pagamento della sosta è stato effettuato e in caso contrario scatterà la multa.

Tag:, ,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Commenti (2)

  • licia

    |

    Molto meglio Cicero, cosi paghi fino all’ultimo minuto di sosta, nè più nè meno del dovuto e non incorri in multe x qualche minuto in più.

    Rispondi

  • paolo

    |

    per mettere in difficoltà le persone tutti i momenti sono giusti.
    Era molto più semplice per esempio come fanno a Milano sui mezzi pubblici hanno scritto con caratteri cubitali il numero di telefono. Basta chiamare e scatta il pagamento del biglietto. Per il parcheggio a Firenze poteva essere il costo per una ora e se la sosta sarà più lunga dopo un ora richiamava. auguri

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.