Le interviste di Milan-Fiorentina

Sousa: dobbiamo essere più incisivi e cattivi sotto porta. Rossi? Lo aspettiamo

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa

Paulo Sousa (Foto Giacomo Morini)MILANO – Fa buon viso, nonostante tutto, Paulo Sousa. Incassa la seconda sconfitta consecutiva, la sesta di questo campionato, e commenta: “Sono onorato di essere nel
mondo del calcio e, come nella vita, ci sono momenti di difficoltà, ma vanno affrontati col sorriso, perché la base del nostro gioco rimane, ma dobbiamo essere più incisivi e
verticalizzare di più.Dobbiamo concludere di piu’, ma abbiamo una buona base”.

Il tecnico della Fiorentina analizza così la partita. E aggiunge: “I meriti vanno al Milan che ha sfruttato i nostri errori e a volte li ha anche provocati. Noi siamo stati troppo timidi alla conclusione, è mancata cattiveria negli anticipi sulla trequarti per poi andare a concludere. Il Milan ci chiudeva bene il corridoio centrale, grazie al lavoro degli esterni, a quel punto dovevamo allargarci sulle fasce e invece non ci riuscivamo. Dovevamo essere più cattivi e magari tentare di più la conclusione da fuori area, com’e’ giusto contro le squadre che si chiudono bene. Il Milan giocava con un blocco basso ed era molto aggressivo, e a quel punto dovevamo essere veloci negli scambi. Quando non rispetti le distanze perdi tempo nei controlli e nei passaggi. Rossi titolare? Tutto e’ possibile. Rossi merita rispetto per il percorso della sua carriera. Certo, noi prendiamo le decisioni che riteniamo migliori per la Fiorentina e per vincere. Lavoriamo per far rendere Rossi al meglio, lo aspettiamo”.

Sousa però non si sbilancia sul mercato e in particolare su uno degli obiettivi, Lisandro Lopez: “La societa’ sta lavorando per migliorare la squadra. Io sono concentrato su quello che abbiamo.Prenderemo le decisioni migliori, spero che già dalla prossima domenica ci siano novita’”.

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.