Prossimo incontro il 28 e 29 gennaio a Firenze alla presenza di Mattarella

Città metropolitane, Fassino (Anci): «Il Governo si attivi, non sono ancora decollate

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

nardella-fassino_jpg

ROMA – «Chiediamo un confronto al Governo sui provvedimenti necessari per completare l’implementazione e consentire nel 2016 il loro decollo». Lo ha sottolineato Piero Fassino, sindaco di Torino e presidente dell’Anci, presiedendo il coordinamento delle Città metropolitane.

Il coordinatore dei sindaci metropolitani Dario Nardella ha riconosciuto che con la legge di Stabilità 2016 «abbiamo ottenuto una base per lavorare, perché ha risolto il problema del taglio di 250 milioni di euro. Va dato atto al Governo del suo impegno su questo versante, ma rimangono molti punti da discutere con l’Esecutivo».

E ha aggiunto: «E’ importante creare le condizioni economiche e finanziarie ideali, affinché possiamo continuare a operare investimenti sui territori, a partire da viabilità e scuole, e continuare a gestire i servizi per le competenze che ci restano al netto di quelle già trasferite alle Regioni».

Nardella ha ribadito l’appuntamento dei prossimi 28 e 29 gennaio a Firenze per la chiusura del progetto Start City. «Il tema degli investimenti sarà al centro dell’incontro, durante il quale lanceremo un’agenda per le grandi aree urbane che sia acquisita dal Governo come punto di riferimento delle sue politiche. Ci confronteremo con i grandi stakeholder economici del Paese perché – chiosa il coordinatore – dalla sicurezza ai trasporti, dalle infrastrutture, all’innovazione tecnologica, la ripresa non può che consolidarsi dalle Città metropolitane». Le conclusioni dell’iniziativa di Firenze si svolgeranno alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella. In attesa che le città metropolitane decollino veramente.

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.