Nel 2014 lo Stato ha punito, mandandoli a casa, 227 dipendenti

Sanremo: licenziato «il vigile in mutande» che timbrava così il cartellino di servizio

di Paolo Padoin - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

sanremo

SANREMO – L’amministrazione comunale ha preso i primi provvedimenti nei confronti dei dipendenti che sono stati filmati mentre timbravano il cartellino e poi non prestavano servizio. E’ stato licenziato «il vigile in mutande», diventato il simbolo dell’inchiesta sui «furbetti del cartellino» a Sanremo. Non a caso, il premier Matteo Renzi l’ha citato illustrando il decreto che inasprisce le misure contro gli assenteisti nella pubblica amministrazione. Ma non era sotto accusa soltanto lui: il blitz della Guardia di finanza ha scoperchiato quello che passa per essere stato un radicato sistema di «maneggi» e lassismo a Palazzo Bellevue, l’ex albergo diventato sede municipale da quasi mezzo secolo.

Timbrature mancate, di «comodo» o affidate ad altri, per farsi gli affari propri durante l’orario di lavoro: shopping in centro, commissioni, vogate al Circolo canottieri, lunghe colazioni al bar. Dopo i licenziamenti di due messi notificatori e altrettanti operai specializzati, altri quattro dipendenti comunali mandati a casa con le vecchie norme. Oltre al vigile, due messi e un operaio. La macchina comunale si è messa in moto e, dopo una valanga di audizioni, iniziate con i casi più gravi, l’Ufficio per i procedimenti disciplinari chiamato a esaminare 201 posizioni, compresi alcuni dirigenti non indagati, va avanti spedito, pur soppesando ogni virgola degli atti. Perché una schiera di avvocati si prepara a scendere in campo a difesa dei ‘processati’.

STATO – Per quanto riguarda la pubblica amministrazione statale, l’Ispettorato del ministero della funzione pubblica, ha pubblicato i numeri dei licenziati nel 2014.I dati sono una risposta alle critiche di quanti hanno accusato le autorità di non applicare la normativa esistente che sanziona anche con il licenziamento, comportamenti scorretti fino ad arrivare alle truffe vere e proprie. Dal rapporto dell’Ispettorato emerge che nel 2014 sono stati nel complesso 227 i dipendenti pubblici licenziati e di questi 84 per essersi assentati dal servizio senza giustificazione (37%).

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.