Corsi mascherati dal 7 febbraio al 5 marzo

Carnevale di Viareggio 2016, omaggio a Ettore Scola. A Giuseppe Cruciani il premio Burlamacco d’oro

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa
Viareggio, il manifesto del Carnevale 2016

Viareggio, il manifesto del Carnevale 2016

VIAREGGIO – C’è il progetto di omaggiare il grande regista Ettore Scola, scomparso martedì scorso 19 gennaio. Di sicuro il premio Burlamacco d’oro 2016 andrà a Giuseppe Cruciani, conduttore della trasmissione «La Zanzara» di Radio 24. Al sito web Lercio.it sarà invece assegnato il premio Satira.

CORSI MASCHERATI – Con queste premesse è cominciato ufficialmente il conto alla rovescia per il Carnevale di Viareggio 2016, al via domenica 7 febbraio. E’ stato presentato oggi 25 gennaio nella sede della Giunta regionale toscana dal commissario della Fondazione del Carnevale, Stefano Pozzoli, insieme al vicepresidente della Regione, Monica Barni, e al vicesindaco di Viareggio, Rossella Martina. Il Carnevale sarà caratterizzato da sfilate e carri allegorici per 5 corsi mascherati, fino al 5 marzo, data di chiusura.

I BAMBINI PAGANO – Anche quest’anno, è stato spiegato dagli organizzatori, i bambini fino a 14 anni pagheranno un biglietto da 13 euro per assistere alle sfilate: una decisione che in passato ha suscitato polemica. «Ma per i piccoli fino a un metro e venti centimetri di altezza – ha precisato il commissario Pozzoli – l’ingresso sarà gratuito».

COUPON ESSELUNGA – Il commissario ha quindi citato «un accordo con Esselunga che fornisce coupon da 10 euro» per i biglietti cumulativi da 5 corsi, coupon riservato appunto agli under 14. Il vicesindaco Martina ha ricordato che «alla struttura immaginifica del Carnevale si aggiungono veglioni, manifestazioni sportive, manifestazioni dedicate ai bambini. Ogni giorno in pratica ci sarà un evento per un mese intero».

FINANZIAMENTI – Quello dei finanziamenti al Carnevale resta comunque una questione da risolvere. E, proiettandosi in avanti, per il 2017 «effettivamente è un grosso problema – ammette il vicesindaco Martina -. Ci siamo resi conto che c’erano stati anni in cui le spese del Carnevale si erano un po’ gonfiate. Credo che sia sempre un’opportunità quella della spending review, di portare a pulito un bilancio che con difficoltà speriamo di portare in pareggio quest’anno. Chiaramente per il prossimo anno avremo bisogno di risorse nuove, risorse interne, di autofinanziamento, di sponsor, di creatività».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.