Lunedì 25 gennaio

Firenze, omicidio di Ashley Olsen: nuovo sopralluogo della polizia in Santo Spirito

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Da sinistra, il sengalese fermato per omicidio e la vittima Ashley Olsen

Da sinistra, il sengalese fermato per omicidio e la vittima: Ashley Olsen

FIRENZE – Undici giorni dopo l’arresto del pr senegalese Cheik Tidiane Diaw, 27 anni, (lo scorso 14 gennaio), accusato di aver ucciso la giovane donna statunitense Ashley Olsen, 35 anni, ritrovata nuda e senza vita sabato 9 gennaio, la polizia è ritornata nel monolocale della ragazza.

Nuovo sopralluogo, dunque, lunedì 25 gennaio, degli investigatori nel monolocale di via Santa Monaca, quartiere di Santo Spirito (in Oltrarno). Il nuovo accesso all’abitazione servirebbe ad effettuare ulteriori verifiche sul luogo del delitto.

AGGIORNAMENTO ORE 16.14

Il sopralluogo, durato poco più di mezz’ora, è stato effettuato per cercare oggetti che secondo alcuni testimoni, amici e familiari della 35enne, avrebbero dovuto essere presenti all’interno dell’appartamento ma che non sono stati trovati in occasione delle precedenti perquisizioni. Fra gli oggetti mancanti all’appello, anche un anello di valore appartenuto ad Ashley.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.