Coordinati da Gad Lerner

Firenze, Giorno della Memoria per la Shoah: al Mandela Forum 8 mila studenti da tutta la Toscana

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Giorno della Memoria 2016, studenti al PalaMandela per il meeting della Regione Toscana

Giorno della Memoria 2016, studenti al PalaMandela per il meeting della Regione Toscana

FIRENZE – Attenti e appassionati protagonisti di un evento per ricordare la Shoah, lo sterminio degli ebrei nei lager nazisti. Sono stati quasi 8 mila gli studenti che dalle scuole di tutta la Toscana sono arrivati al Mandela Forum mercoledì 27 gennaio per partecipare al meeting della Regione Toscana per il Giorno della Memoria.

L’edizione 2016, dal titolo «Voi che vivete sicuri – Accoglienza e respingimenti ieri e oggi», ha intrecciato il tema della deportazione ai tempi del nazismo, e il dramma dei profughi in fuga oggi dai propri Paesi.

Sul palco del PalaMandela i ragazzi hanno ascoltato le testimonianze di Vera Vigevani Jarach, i cui familiari furono deportati ad Auschwitz, e la cui figlia è «desaparecida» dai tempi dell’Argentina governata dalla giunta militare (anni ’70); di Marcello Martini, quattordicenne partigiano che ha ricordato, in tedesco, il numero 76430 inciso sul suo braccio nel lager; di Vera Michelin Salomon, arrestata per volantinaggio antinazista; di Antonio Ceseri, scampato per miracolo a una fucilazione per non essersi voluto arruolare nella Rsi; di Piero Terracina, che ha raccontato l’inferno del campo di sterminio di Birkenau; di Kitty Braun, bambina nel lager; delle sorelle Andra e Tatiana Bucci, da oggi cittadine onorarie di Firenze.

«Dipende soltanto da voi se questa continuerà a essere davvero la giornata della memoria e della consapevolezza» ha chiosato, rivolto ai ragazzi, il giornalista Gad Lerner che ha condotto l’iniziativa.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.