La decisione del gip

Arezzo, travolge e uccide mamma e bimba con la minicar: l’automobilista resta in carcere

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Arezzo, il luogo dell'investimento di Barbara Fiacchini e della piccola Letizia

Arezzo, il luogo dell’investimento di Barbara Fiacchini e della piccola Letizia

AREZZO – Rimane dietro le sbarre nel carcere di Arezzo l’uomo che, ubriaco alla guida di una minicar, ha travolto e ucciso Barbara Stepien Fiacchini, 50 anni, e la sua bambina, Letizia, 10 anni, domenica 31 gennaio a Montione, alle porte della città.

Il gip Annamaria Loprete ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pm Elisabetta Iannelli nei confronti di A. D., romeno di 40 anni. Ieri, 3 febbraio, il gip aveva convalidato l’arresto riservandosi di decidere circa la custodia cautelare.

L’avvocato Andrea Sandroni che rappresenta A. D. aveva chiesto una misura meno afflittiva come i domiciliari: il romeno risiede a Indicatore (Arezzo). Intanto ad Arezzo è stata lanciata una raccolta di fondi per aiutare Luca Fiacchini, padre della piccola Letizia e marito di Barbara, a sostenere il peso dei funerali che si sono svolti ieri.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.