Le azioni delle Associazioni nell'interesse pubblico

Firenze: il Sindaco Nardella incontra i Lions Club dell’area fiorentina

di Sergio Tinti - - Cronaca

Stampa Stampa

DSCF6826

FIRENZE – Il recente incontro  tenuto dai Lions a Villa Viviani  con il sindaco di Firenze si è aperto col benvenuto a Dario Nardella da parte del primo vice governatore del distretto Lions 108La-Toscana, Antonino Poma, in rappresentanza del governatore Carlo Bianucci. Nell’affollato Salone erano presenti undici Club Lions cittadini e  anche i giovani del Leo Club Firenze Bargello.

L’intervento dell’Officer Lions –  Il dr. Poma  ha tenuto a sottolineare come proprio per celebrare degnamente il Centenario dell’Associazione- che cadrà nel 2017-  i Lions hanno ritenuto  di polarizzare il loro forte impegno sociale su quattro grandi aree  : Giovani, Ambiente, Fame e Vista. Varie iniziative, poi, sono in corso in favore dei giovani, con particolare riguardo al mondo del lavoro, viste le difficoltà  che essi hanno ad iniziare una attività lavorativa. In Toscana, ancora,nel campo della sanità ci si è mossi  con l’ acquisto di apparecchi per la diagnosi precoce dei tumori nei bambini e sono state realizzate postazioni ecografiche per la diagnosi a distanza di  malformazioni cardiache prenatali.  A Firenze, in particolare, è stato realizzato all’Aeroporto di Peretola il monumento al viaggio di Amerigo Vespucci; è stata creata la ludoteca al nuovo Ospedale Meyer; è stata installata l’illuminazione davanti alla Basilica di San Lorenzo; sono stati effettuati cospicui restauri allo Spedale degli Innocenti e vi è stato allestito il salone Brunelleschi. “In questo spirito i Lions- questo un passaggio del messaggio di  saluto di Antonino Poma –  in sinergia fra di loro e con le Istituzioni, sono pronti ad ulteriori interventi a favore della collettività”.

La parola a Nardella – Dario Nardella dopo aver ringraziato i presenti per il loro forte, costante  impegno a vantaggio della comunità,ha riassunto ai convenuti  gli sforzi  della sua Amministrazione tesi a fare di Firenze una grande città europea.  Accompagnandosi con alcune dettagliate slides ha riassunto lo stato dell’arte su: la pedonalizzazione di piazzale Michelangelo, il passante del Galluzzo, il polo fieristico della fortezza Da Basso, il nuovo termovalorizzatore, il masterplan delle Cascine, i lavori della tranvia, il degrado cittadino.  Per ultimo il Sindaco ha toccato l’argomento  assai  caro ai tifosi gigliati, quello della costruzione del nuovo stadio sull’area Mercafir, precisando che “gli aspetti burocratici sono stati ormai definiti e i tempi di realizzazione,in barba ai soliti gufi,  non si prospettano lunghi “.Sono seguiti gli  interventi dei Soci Lions e tra le numerose domande poste, i diversi quesiti e le relative risposte si sono sforati ampiamente i tempi dell’incontro prestabiliti.

Le prospettive future – Quale l’auspicio che si può andare a trarre  dalla partecipata serata che ha visto il primo cittadino di Firenze scendere metaforicamente ‘nella fossa dei LEONI’? Alla luce delle peculiarità della nostra bella città  ma anche delle sue innumerevoli  criticità e necessità, perchè non pensare di  riunire gli sforzi dei  18 Club Lions dell’area fiorentina  nella realizzazione di un unico progetto di solidarietà, di un  grande Service, anche pluriennale, a favore della loro amata città e dei fiorentini?  Il Sindaco Nardella ci è sembrato pienamente consapevole delle potenzialità  del mondo Lions: non ci è sembrato un caso,infatti, che abbia concluso il suo intervento citando un famoso proverbio africano: “Da soli si va più veloci, ma insieme si va più lontani!”.

.

Tag:, ,

Sergio Tinti

Sergio Tinti

già Comandante Polizia Stradale della Toscana
sergio.tinti@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.