Musei e nuova gestione

Firenze, Uffizi: Eike Schmidt li vuole aperti di lunedì. La Uil: «Basta annunci, serve un piano»

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Il neo direttore degli Uffizi, Eike Schmidt

Il neo direttore degli Uffizi, Eike Schmidt

FIRENZE – Turisti disabili in visita agli Uffizi con una guida d’eccezione oggi 5 febbraio: il direttore della Galleria, Eike Schmidt, che li ha condotti, insieme ai loro accompagnatori, tra le sale del museo, illustrando svariate opere, tra le quali anche la «Cena con amici» di Gherardo delle Notti e la «Cena di Emmaus» del Pontormo.

Intenzione di Schmidt è incrementare il servizio: «Quello di oggi è solo l’inizio – ha detto il neo direttore tedesco – in futuro potenzieremo le nostre capacità. Gli Uffizi, come l’arte, sono e devono essere di tutti: queste visite sono offerte nello spirito di una cultura di inclusione e accessibilità».

Il progetto è quello di ampliare anche e soprattutto gli orari di apertura dei musei, Uffizi per primi. «Schmidt ci ha parlato della possibile modifica degli orari di lavoro – ha detto Enzo Feliciani della Uil, a margine delle assemblee con i lavoratori oggi organizzate nel museo -: a quanto si è capito, la sua intenzione è di aprire anche il lunedì mattina gli Uffizi, che ora in quel giorno restano chiusi, e stabilire un doppio turno alla galleria di arte moderna a Palazzo Pitti, che allo stato attuale è aperta solo per mezza giornata. Ma per adesso siamo solo a un annuncio: chiediamo di vedere una piattaforma, per esprimerci abbiamo bisogno di sapere con esattezza cosa vuole fare».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.