Le disposizioni attraverso una circolare

Divieto di Fumo: il ministro Lorenzin invita i prefetti ad applicare le sanzioni

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Primo piano

Stampa Stampa

fumo-fa-male

ROMA  – Il Ministero della Salute, dopo aver pubblicato il decreto che ha introdotto anche in Italia alcuni divieti e obblighi in merito al fumo e ai prodotti del tabacco e affini, si preoccupa anche di far sì che queste disposizioni vengano immediatamente applicate. Dall’obbligo di apporre sulle confezioni di sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua le cosiddette “avvertenze combinate relative alla salute”, con tanto di foto e numero del telefono verde contro il fumo, al fine di dissuadere i consumatori dal consumo di tabacco al divieto di fumo nelle pertinenze esterne delle strutture ospedaliere. Sono alcuni tra i principali divieti, obblighi e novità introdotti con il decreto di recepimento della direttiva Ue sul tabacco illustrati nella Circolare indirizzata ai Prefetti, firmata ieri dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

La Circolare ministeriale, che fornisce indicazioni interpretative e attuative sul decreto (Dlgs. n. 6/2016 che recepisce la direttiva 2014/40/UE) entrato in vigore martedì scorso, nelle sue premesse sottolinea che la finalità delle nuove norme è “assicurare un elevato livello di protezione della salute attraverso l’introduzione di maggiori restrizioni e avvertenze per dissuadere i consumatori e, in particolare, i minori dal consumo di prodotti a base di tabacco o contenenti nicotina”. Tra le novità il divieto di fumo in auto in presenza di minori di anni diciotto e di donne in stato di gravidanza.

Inasprite poi le sanzioni per la vendita ai minori di prodotti a base di tabacco, nonché di sigarette elettroniche e contenitori di liquido di ricarica con presenza di nicotina e prodotti del tabacco di nuova generazione, fino alla revoca della licenza.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.