E Alonso twitta: "Questa squadra e i suoi tifosi non mollano mai"

Fiorentina: pronti per la sfida al Tottenham. E anche Carlo Conti e gli Stadio applaudono i viola

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa
Khouma Babacar, autore del gol decisivo contro l'Inter

Khouma Babacar, autore del gol decisivo contro l’Inter

FIRENZE – Fiorentina con il morale alle stelle. E dopo l’Inter, il Tottenham. Neppure il tempo di brindare al successo sui nerazzurri e al riconquistato terzo posto che per la Fiorentina incombe il primo doppio impegno di Europa league contro la formazione inglese, attuale seconda forza in Premier.  Paulo Sousa ha radunato nel pomeriggio la squadra, per preparare la sfida di giovedì per la quale non avrà a disposizione lo squalificato Roncaglia, e nemmeno Tello e Kone, esclusi dalla lista Uefa, con Benalouane sempre in dubbio e Badelj ancora in fase di recupero.

Al di là di chi scenderà in campo, il tecnico portoghese, insieme ai propri giocatori e ai tifosi viola, si tiene stretto il successo contro l’Inter, ottenuto in pieno recupero come già nella precedente sfida interna contro il Carpi, quando a segnare al 93′ il gol-vittoria fu Zarate (che intanto si è scusato via Twitter per l’espulsione: “Ma è difficile restare calmi, anche se si dovrebbe, quando prendi due pugni da due giocatori”).  Stavolta, a far gol al 91′, è stato Babacar, appena subentrato. Gol tutt’altro che spettacolare, però pesantissimo, che ha permesso alla Fiorentina non solo di battere e staccare in classifica i nerazzurri, ma anche di scavalcare la Roma, riappropriarsi della zona-Champions e dare la carica a tutto l’ambiente. “Questa squadra e i suoi tifosi non mollano mai”, ha twittato Marcos Alonso.

La Fiorentina non manca di limiti e difetti, però ieri sera (e non è la prima volta) si è battuta fino all’ultimo con grinta e cuore, come ha sottolineato l’allenatore. E’ successo tutto, per la seconda volta di fila, senza la presenza in tribuna dei Della Valle, in particolare del patron Andrea. Mentre c’è chi in cttà auspica un incontro con i capi tifoseria (anche se contestazioni vere e proprie ad ora non ce ne sono state), la stessa società viola – tramite il presidente esecutivo Cognigni – ha ribadito ieri sera che non c’è alcuna intenzione da parte della famiglia Della Valle di cedere il club, come ipotizzato da alcuni rumors circolati negli ultimi giorni. Intanto, ad applaudire il successo sull’Inter hanno pensato due tifosi doc: Carlo Conti (“Col carisma di Sousa e l’impegno dei ragazzi possiamo davvero sognare la Champions”, ha dichiarato a Radio Bruno il conduttore del Festival) e Gaetano Curreri, leader degli Stadio, vincitori di Sanremo: “Ho vissuto un week-end meraviglioso, dedico ‘Un giorno mi dirai’ a Babacar e Bernardeschi, perché ci daranno grandi soddisfazioni”.

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.