E' grave all'ospedale

Stazione di Pisa, 28enne travolto da un treno merci: amputati una gamba e un piede

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Pisa, la piazza antistante l'ingresso della stazione centrale

Pisa, la piazza antistante l’ingresso della stazione centrale

PISA – Un giovane di 28 anni, marocchino, senza fissa dimora, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Pisa dopo essere stato travolto alla stazione da un treno merci, nella notte fra ieri e oggi 16 febbraio.

L’uomo ha subìto lesioni gravissime alle gambe e in ospedale i medici sono stati costretti ad amputargli quella sinistra. Gravi le lesioni anche alla destra, con un piede amputato dal treno. Secondo quanto ricostruito dalla polizia ferroviaria, l’immigrato, che abitualmente trova riparo per la notte in stazione, era probabilmente ubriaco e si era seduto sul marciapiede del binario appoggiando i piedi sui binari senza rendersi conto di cosa stava facendo, quando è sopraggiunto il treno che lo ha travolto.

I macchinisti non si erano neppure accorti della sua presenza tanto che il corpo è stato rinvenuto solo mezz’ora dopo la sosta in stazione (effettuata per il cambio del personale viaggiante) da un pulitore che ha dato l’allarme.

Proprio ieri il prefetto Attilio Visconti aveva effettuato un sopralluogo lungo i binari per verificare gli interventi eseguiti per garantire maggiore vivibilità della stazione e sicurezza ai cittadini. La zona è infatti meta di spacciatori e consumatori di droga, ma anche di senza fissa dimora che trovano ripari di fortuna lungo i binari in edifici dismessi delle ferrovie. Sempre ieri Rfi ha terminato di collocare sul lato sud-est del binario 13 una lunga recinzione per erigere una sorta di barriera anti-intrusione nell’area ferroviaria.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.