Diramato dall'Asl

Meningite in Toscana: vademecum per chi vive a Firenze, Empoli, Prato e Pistoia

di Domenico Coviello - - Cronaca

Stampa Stampa

Aumentano le vaccinazioni contro la meningiteFIRENZE – L’Azienda Usl Toscana Centro ha diramato un vademecum antimeningite per i cittadini che vivono nei territori delle ex Asl di Firenze, Empoli, Prato e Pistoia. Ossia le zone dove in Toscana la terribile, e in alcuni casi letale, infezione batterica sta colpendo più duramente. Inoltre è stato ribadito che «entro il corrente mese di febbraio arriveranno 100.000 mila nuove dosi di vaccino e a marzo altre 200.000».

INFORMARSI – Per informazioni mediche sulla meningite e per la vaccinazione i cittadini devono rivolgersi al proprio medico. Per prenotare un appuntamento, oltre che dal proprio medico curante, ci si deve rivolgere alla propria Azienda sanitaria di appartenenza. Per le richieste di informazioni è attivo anche un numero verde (800-556060) dalle ore 9 alle 15, dal lunedì al venerdì.

PRENOTAZIONI – La vaccinazione è prenotabile direttamente, senza ricetta medica, tramite i ‘call center’, i Cup, le farmacie abilitate alla prenotazione e sul sito dell’Asf Toscana.

VACCINAZIONE GRATIS – La vaccinazione è consigliata ed è completamente gratuita per tutti, compresi i residenti o domiciliati sanitari che compiono 11 anni nell’anno 2016 e fino ai 20 anni, mai vaccinati o vaccinati con una dose nell’infanzia. Nella fascia di età compresa tra gli 11 e i 20 anni è prevista la somministrazione del vaccino quadrivalente Acwy. La vaccinazione è offerta gratuitamente anche ai residenti o domiciliati sanitari che hanno oltre 20 anni di età: a questa fascia di età viene somministrato il vaccino monovalente, quello utilizzato per i bambini dai 13 mesi agli 11 anni. Il vaccino è inoltre gratis per gli studenti universitari o iscritti in scuole secondarie di primo o secondo grado non residenti o domiciliati sanitari nella Ausl Toscana centro, con la presentazione di un documento di iscrizione valido per l’anno in corso; per i viaggiatori internazionali che devono recarsi in zone a rischio con età inferiore ai 20 anni; per i frequentatori delle comunità in cui è stato rilevato un caso di infezione da meningococco di tipo C su indicazione dei servizi di igiene pubblica.

CHI DEVE PAGARE IL VACCINO – Il vaccino è offerto in co-pagamento (monovalente 24,06 euro; quadrivalente 45,52 euro) a persone non residenti che attestino di frequentare in modo continuativo il territorio toscano (ad esempio, per motivi di lavoro o studio).

LE SCORTE – Dal prossimo 1 marzo la capacità di risposta dell’Azienda Usl Toscana Centro alle prenotazioni verrà praticamente raddoppiata con l’estensione del sistema informatico applicativo unico per tutto il territorio. Ogni settimana la Asl Toscana Centro vaccina oltre 10.000 persone contro il meningococco C. In totale sono circa 150.000 le persone vaccinate fino ad oggi ma la Ausl assicura che entro cinque mesi la vaccinazione sarà offerta a tutta la popolazione residente (in totale quasi un milione e mezzo di persone) dei territori di Firenze, Pistoia, Prato e Empoli.

VACCINO DAY – Al fine di agevolare ulteriormente i cittadini saranno anche diffuse le «Vaccinazioni Day», giornate dedicate alla vaccinazione promosse dai medici di famiglia: a Pistoia si svolgerà la prossima il 27 febbraio.

Tag:, , , , ,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.