Martedi' alle 20 al Senato approfondiamo e chiudiamo la partita

Unioni civili, Renzi all’assemblea del Pd: siamo pronti ad accordi di maggioranza. Anche con voto di fiducia

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Matteo Renzi Pd

Matteo Renzi Pd

ROMA – All’Assemblea del Partito l’intervento del premier Matteo Renzi che ha parlato del ddl sulle unioni civili spiegando che il governo è di fronte a «un bivio» e dicendosi «pronto a utilizzare la fiducia». La prima opzione è che il M5S decida di votare la legge, la seconda tentare un accordo di governo con un emendamento su cui «sono pronto a mettere la fiducia».

SENATO MINORANZA – «Il passaggio sulle unioni civili è numericamente delicato: se è vero che vogliamo trovare un punto di caduta tra noi è altrettanto vero che i numeri al Senato non sono quelli dei giornali: siamo 112 noi, 208 gli altri gruppi. Si fa come vogliamo noi se puntiamo alla minoranza». «La riforma delle unioni civili ci vede in difficoltà e credo che occorra il linguaggio della chiarezza: noi sappiamo che oggi in Italia c’è ancora un po’ di paura su questo tema e vorremo dirvi con rispetto: che paura possono fare due persone che si amano, vogliono dei diritti e sono pronti a darvi dei doveri. A me fanno paura quelli che si odiano non quelli che si amano».

FIDUCIA – Si è arrivati a “un bivio”, ha spiegato. O si insiste sul testo come è ora, sperando che i 5 stelle non siano ancora preda della “sindrome di Charlie Brown”, oppure si cerca un “accordo di governo, immaginando un emendamento sul quale credo dovremo essere pronti anche a mettere la fiducia. Sarà il gruppo a decidere. C’è un’unica cosa che non possiamo permetterci: frustrare la speranza come fatto con i Dico dieci anni fa. E’ in gioco la credibilità di ciascuno di noi, nessuno escluso”. Su questo tema, assicura Renzi, “metteremo la stessa determinazione messa sulle riforme istituzionali, sulla legge elettorale, sul Jobs act…”.

E conclude: “Martedi’ alle 20 al Senato approfondiamo e chiudiamo la partita” sulle unioni civili. “Ho dato disponibilita’ a partecipare” alla riunione del gruppo del Senato “ed e’ fondamentale che non si corra il rischio che
in nome di uno squallido gioco politico da parte di alcune forze pronte a tutto pur di fare del male al Pd, si faccia del male anche a delle persone che hanno il diritto di guardare al futuro senza paura”.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.