L'incidente avvenuto la mattina del 20 febbraio

Firenze: bus Ataf travolge e uccide pedone sulle strisce. Procura apre inchiesta per omicidio colposo

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Top News

Stampa Stampa

Ataf 300x1502

FIRENZE – Un autobus dell’Ataf ha travolto e ucciso sulle strisce pedonali un passante di 59 anni a Ponte a Ema: sull’incidente avvenuto la mattina del 20 febbraio la procura di Firenze ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo. Indagato il conducente del mezzo pubblico, 54 anni, che dopo l’incidente è andato sotto choc. Secondo una ricostruzione della polizia municipale di Firenze, il pedone è stato travolto sulle strisce dopo una rotatoria sulla via Chiantigiana mentre il bus procedeva verso Firenze, intorno alle 8:25. La persona investiva, nell’urto è stata sbalzata di 5/6 metri, non è morta subito, è stata soccorsa e trasportata dal 118 all’ospedale di Careggi. Il decesso è avvenuto ieri. La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi.

AGGIORNAMENTO ORE 18.54

Una telecamera a bordo dell’autobus Ataf ha ripreso la scena dell’investimento in cui è morto Lucien Bunescu, romeno di 59 anni abitante in Italia. L’incidente è stato visto anche da una passeggera che ha confermato che il pedone attraversava la strada. La vittima è stata travolta sulle strisce pedonali nelle vicinanze di una fermata dei bus dopo la rotatoria che, ai margini dell’abitato di Ponte a Ema, smista il traffico tra la via Chiantigiana per Firenze e verso il casello Firenze Sud dell’A1. Nei prossimi giorni la polizia municipale ascolterà il conducente, un italiano di 54 anni, quando uscirà dallo stato di choc. Il fascicolo per omicidio colposo è stato aperto dal pm Concetta Gintoli.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.