L'assessore Giorgetti al Consiglio comunale

Firenze, tramvie: linee 2 e 3 in funzione entro il 14 febbraio 2018. Nei cantieri il lavoro procederà con doppi turni

di Redazione - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa
Progetto della Tramvia linea 3 in via dello Statuto

Progetto della Tramvia linea 3 in via dello Statuto

FIRENZE – “La volontà del Comune è quella di avere le linee 2 e 3 della tramvia in esercizio entro il 14 febbraio 2018. Per questo abbiamo già chiesto alle ditte doppi turni nelle nuove cantierizzazioni che stiamo per intraprendere”. Lo ha detto l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, intervenendo in consiglio comunale per una comunicazione sullo stato di avanzamento dei lavori della tramvia.

GIORGETTI – “Le imprese – ha spiegato Giorgetti – si sono impegnate sui cantieri da aprire per i doppi turni. Nostro compito sarà quello di vigilare. Sabato scorso, per fare un esempio, con il sindaco Dario Nardella abbiamo fatto un sopralluogo a sopresa, richiamando tutti al rispetto dei tempi: alcuni operari lavoravano, altre ditte hanno perso un’occasione”.

CANTIERI – Giorgetti ha fatto quindi il punto sullo stato dei cantieri. Per quanto riguarda la linea 2, l’assessore ha ricordato che il cantiere Aeroporto-viale Guidoni è stato riaperto dopo l’incidente con la trivella ma “il piano della sicurezza è stato aggiornato: adesso ci devono sempre essere due addetti sotto macchina che controllano la movimentazione del mezzo, oltre a far le prove sulla massicciata dove lavora il mezzo”. Le indagini per capire le cause dell’incidente sono ancora in corso. Un cantiere delicato è quello di via Allori-via Valdinievole. “Da 80 giorni di chiusura previsti inizialmente – ha detto Giorgetti – stiamo lavorando per ridurre al minimo, e speriamo di poter lasciare sempre una corsia aperta”. Per quanto riguarda il viadotto di San Donato “entro fine febbraio – ha detto Giorgetti – dovremmo approvare il progetto esecutivo, che è diverso da quello iniziale e prevede non più sette ma tre piloni, e campate in acciaio. L’opera dovrà essere completata entro marzo 2017”. Altro cantiere importante nell’area ferroviaria, ma senza particolari ripercussioni alla viabilità, mentre “il cantiere più imponente sarà quello di viale Belfiore-viale Redi-Porta al Prato, con la chiusura di via Guido Monaco e via Alamanni. I lavori inizieranno il 29 febbraio, si protrarranno per circa 50 giorni e prevedono tra l’altro l’inversione di senso in via Jacopo da Diacceto”. “Stiamo lavorando – ha aggiunto Giorgetti – per spostare il più possibilele linee del trasporto pubblico urbano ed extraurbano dall’area della stazione”.

LINEA 3 – Per quanto riguarda la linea 3, “a fine marzo in viale Morgagni saranno completati i cantieri e avremo l’assetto definitivo: una corsia in direzione Careggi, una corsia riservata alle ambulanze, e una corsia in uscita da Careggi – ha annunciato Giorgetti -. Poi partiranno a seguire i cantieri in via Vittorio Emanuele, via Pisacane e via Corridoni dopo lavori di piazza Dalmazia. Inoltre abbiamo chiesto di anticipare i lavori al sottopasso ferroviario che sarà chiuso per un periodo alla viabilità con l’obiettivo di avere a novembre 2016 una corsia che dalla Fortezza attraverso il Ponte dello Statuto e il sottopasso colleghi con Careggi”. Nei prossimi mesi, come già annunciato, completeremo il sottopasso Milton-Strozzi e realizzeremo il sottopasso viario di viale Strozzi con alcune modifiche alla viabilità intorno alla Fortezza,mantenendo sempre quattro corsie in uscita dalla città. La linea 3 sarà completata dalla variante Valfonda dove i lavori dovranno essere iniziati tra fine 2016 e inizio 2017 per rispettare la scadenza del cronoprogramma.

CONSIGLIO – Il Consiglio comunale ha approvato un Ordine del giorno dei consiglieri del gruppo del Partito Democratico Collesei, Ricci, Rossi, Paolieri, Albanese, Armentano, Ceccarelli, Pezza, Giuliani e Bieber collegato alla comunicazione dell’assessore Giorgetti sull’aggiornamento dei lavori di realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia che chiede all’amministrazione comunale di prestare la massima attenzione al progetto di riqualificazione di piazza Dalmazia.

Per l’ennesima volta il Comune richiama responsabilmente le ditte al rispetto dei tempi, finora poco osservati. Speriamo che questa volta il rimbrotto abbia esiti positivi, altrimenti dovrebbero partire le sanzioni che ovviamente saranno state previste in caso di ritardi.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.