La decisione della Giunta comunale

Prato, emergenza padri separati: un locale per loro nell’ex asilo di via Fiorentina

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Il manuale per i padri separati

Sempre più numerosi i padri separati in difficoltà economica

PRATO – Inutilizzato da circa un anno, l’ex asilo comunale di via Fiorentina a Prato sarà destinato a un nuovo uso: diverrà almeno parzialmente, per decisione della giunta comunale (con delibera approvata oggi 23 febbraio su proposta dell’assessore alle Politiche sociali Luigi Biancalani) un locale per i padri separati in stato di forte disagio economico.

Le difficoltà economiche e sociali dei padri separati sono da anni al centro dell’agenda politica pratese, data l’alta quantità di uomini in questa condizione in città. «Daremo una risposta a una necessità che ci è stata più volte sollecitata – spiega l’assessore Biancalani -. I padri separati potranno ritrovare un ambiente di vita idoneo, con una relativa autonomia, anche rispetto alla possibilità di ospitare i figli minori, come è nel loro diritto».

Nella struttura di via Fiorentina saranno creati 6 posti letto con il relativo spazio per ospitare i figli minori. L’immobile potrà essere concesso solo previo pagamento di un canone, di cui si faranno carico, a seconda dei casi, o i servizi sociali o i padri separati stessi. L’anno scorso, sempre a Prato era nata «Casa Francesco»: la prima struttura toscana della Caritas per i padri separati.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.