Le concessioni devono durare fino all'esaurimento dei giacimenti?

Referendum del 17 aprile: sì o no all’estrazione di idrocarburi dal mare? Scadenze e opzioni sul sito della Prefettura di Firenze

di Redazione - - Cronaca, Politica, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
La Prefettura di Firenze

La Prefettura di Firenze

FIRENZE – Referendum, il 27 aprile, per decidere se continuare l’estrazione degli idrocarburi dal mare (petrolio) dal mare. Il primo atto riguarda gli elettori che risiedono all’estero: entro venerdì 26 febbraio potranno esercitare l’opzione per venire a votare in Italia. L’opzione deve arrivare all’ufficio consolare che opera nella circoscrizione di residenza dell’elettore, mediante consegna a mano oppure per invio postale o telematico, con allegata  fotocopia non autenticata di un documento di identità. La scelta è valida per questa sola consultazione. Per cui eventuali opzioni presentate in precedenti elezioni o referendum non hanno più effetto.

Poi dovranno far valere o meno l’opzione gli elettori che sono temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, di studio o di cure mediche. Per loro il termine è il 27 febbraio ma non è perentorio. Gli uffici della Prefettura stanno mettendo a punto la complessa macchina elettorale. Sul sito www.prefettura.it/firenze è già stato pubblicato lo “Speciale Referendum” che viene costantemente aggiornato con le notizie utili per i cittadini e i media.

Il referendum popolare, come detto, si svolgerà domenica 17 aprile e riguarderà l’estrazione di idrocarburi dal mare. Il quesito, sul quale dovranno esprimersi gli elettori, si riferisce all’abrogazione della norma che prevede che i permessi e le concessioni già rilasciati durino fino all’esaurimento dei giacimenti. Ed è così formulato: “Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato (legge di stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardi ambientale”?”. Le operazioni di voto si svolgeranno nella sola giornata di domenica, dalle ore 7 alle ore 23. Lo scrutinio delle schede avrà inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.