Blitz animalista e di M5s

Grosseto: canile abusivo a Follonica. 100 cani in baracche pericolanti

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Cani randagi in un canile

Cani randagi in un canile

GROSSETO – Sopralluogo-blitz animalista al canile lager abusivo ‘baraccopoli’ del martellino, lo hanno definito loro stessi, nel Parco Regionale di Montioni a Follonica. Nella struttura, secondo la denuncia degli animalisti, decine di cani sono detenuti in baracche pericolanti abusive costruite nel Parco sotto gli occhi delle istituzioni locali e sanitarie.

A compiere il sopralluogo l’onorevole Paolo Bernini (M5S) ed esponenti del movimento animalista Eital che hanno annunciato un esposto alla procura di Grosseto. I cani sarebbero per la maggior parte di proprietà di cacciatori. «Si tratta – si dice in una nota – di un canile abusivo privo di ogni requisito base a garantire il benessere degli animali, tenuti su fango efeci, tra lamiere taglienti e reti arrugginite, scarso cibo e acqua. In 15 anni – spiegano gli animalisti – nessuno è mai intervenuto per salvare i cani e demolire l’abuso edilizio, ma si sono sempre fatte promesse elettorali. E’ tutto come prima: quasi cento cani a rischio di vita da tutti questi anni ed un Parco deturpato. Il veterinario della Asl – si aggiunge poi – ha affermato che non vi erano le condizioni di detenzione incompatibile con la loro natura invece ravvisate non solo dal veterinario fatto intervenire, ma da tutti i presenti».

Per questo motivo l’onorevole Bernini e consiglieri comunali del M5S presenteranno denuncia presso la Procura della Repubblica di Grosseto chiedendo l’urgente sequestro dell’area e messa in sicurezza degli animali e indagini per individuare eventuali responsabilità di qualsivoglia natura nei confronti di chi per 15 anni non è mai intervenuto, oltre che denunciare tutti i proprietari dei cani per abbandono e incuria.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.