Dal 2006 vendite triplicate

Sigaro toscano vola negli aeroporti: Fiumicino ne vende 700 mila

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Un sigaro-intero

Un sigaro-intero

ROMA – Solo all’aeroporto di Fiumicino se ne vendono 700mila confezioni l’anno. Per il sigaro Toscano l’hub internazionale di Roma è una delle migliori piazze, un ponte verso quei consumatori presi dalla voglia di un souvenir evocativo del fascino made in Italy, e di una storia tutta italiana che muove un fatturato di 91 milioni di euro, esclusa la fiscalità. L’export e il duty free, precisa Manifatture Sigaro Toscano (Mst), contribuiscono per il 7% del fatturato.  Oggi va sui mercati esteri il 9% dei sigari prodotti, con una crescita costante e progressiva che ha visto passare l’export dai 4,5 milioni di sigari venduti oltre frontiera nel 2006 ai 15 milioni nel 2014.

Dal 2006 i risultati di vendita sono quasi triplicati. E crescono, sia nei duty free che nei tabaccai e fumoir del territorio nazionale e dei 58 Paesi esteri dove è esportato, i fumatori motivati all’acquisto per il piacere del tempo ritrovato, da condividere con compagni di partita o da godersi in piena autonomia. Sigaro che viene prodotto nei due stabilimenti Mst a Lucca e Cava de’ Tirreni in 182 milioni di esemplari, di cui 2 milioni fatti a mano e 15 milioni venduti all’estero oltre a 50 tonnellate di trinciati.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.