Le interviste di Fiorentina-Napoli

Sousa: avremmo meritato i 3 punti. Andrea Della Valle: A Roma per vincere. Sarri: corsa scudetto aperta

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa
Fiorentina-Napoli, Maurizio Sarri e Paulo Sousa

Fiorentina-Napoli, Maurizio Sarri e Paulo Sousa

FIRENZE – Molto contento della prestazione della Fiorentina, meno contento del risultato. Ecco Paulo Sousa dopo la partita con il Napoli: «Nel primo tempo abbiamo creato molto, abbiamo fatto delle giocate di con qualità ma ci è mancato un pizzico di fortuna. Nella ripresa abbiamo sbagliato alcuni passaggi in uscita, eravamo più distanti tra i reparti e abbiamo concesso qualcosa al Napoli che è una squadra molto organizzata e di altissimo livello. Peccato, perché alla fine credo che meritassimo la vittoria».

SOUSA – Ancora l’allenatore della Fiorentina: «Siamo in linea con quello che abbiamo creato nelle aspettative di tutti abbiamo alzato molto l’asticella, non ci siamo mai nascosti, crediamo di poter competere con tutti anche con le squadre che sono partite per vincere lo scudetto: noi dall’inizio del campionato siamo in alto insieme a queste squadre. Mi rende molto orgoglioso vedere l’atteggiamento dei ragazzi che vogliono sempre migliorarsi e vogliono competere ad alto livello». Decisiva la prossima gara contro la Roma? «Non sarà decisiva perché mancano tante partite però è una gara che vale 6 punti. Io comunque sono molto fiducioso, se giocheremo come stasera anche la fortuna ci sorriderà».

DELLA VALLE – Dopo un periodo di assenza al Franchi (anche per la contestazione alcune settimane fa di una minoranza di tifosi), questa sera era presente anche il patron viola Andrea Della Valle: «Il primo tempo è stato spettacolare una delle più belle partite della stagione. Grande Fiorentina, alla fine il pareggio ci può stare contro un grande Napoli. Andiamo a Roma molto positivi, a giocarcela. Siamo lì, ci guardiamo anche dietro, ma sarà un bel campionato fino alla fine. Le motivazioni ce le hanno incorporate dentro di loro i ragazzi ed il mister. Adesso concentriamoci sul campionato, siamo super fiduciosi. Il gruppo ha dato un segnale fortissimo». Poi sul suo ritorno al Franchi: «Non è il momento di parlarne, ci torneremo nel momento opportuno. Poi, anche prima della fine del campionato, parleremo del resto. Quando tutti capiranno l’amore viscerale che ho per la Fiorentina sarò strafelice, sperando che non sia troppo tardi».

SARRI – Maurizio Sarri, allenatore del Napoli: «E’ stata una partita bellissima, in cui ci sono stati 15′ a fine primo tempo in cui sembrava potesse vincere la Fiorentina e 20′ a fine secondo in cui sembrava potessimo vincere noi. Nessuna delle due squadre meritava la sconfitta. Sono contentissimo della mia squadra e faccio i complimenti alla Fiorentina: mi piace tantissimo, gioca un gran calcio. Sousa dice che siamo stati fortunati con i pali? L’andamento del secondo tempo ha bilanciato gli episodi con i miracoli di Tatarusanu». Per il tecnico del Napoli la corsa scudetto è ancora aperta: «La Juventus sta tenendo una marcia incredibile: ha fatto 49 punti su 51 nelle ultime 17 ed essere ancora a 3 lunghezze da loro è un segnale positivo, significa che siamo stati bravi: tutto è possibile dobbiamo guardare partita dopo partita. La rabbia di Higuain? Era convinto che il gol annullato fosse buono, invece poi l’ha rivisto. La polemica sul suo peso? Un chilo e mezzo di troppo nella sua struttura non è tanto, non è un grande problema. Lui ha solo passato un periodo in cui era più stanco mentalmente stasera era molto più vivo ed è tornato a segnare, ma ricordiamoci che stiamo parlando di uno che finora ha fatto 27 gol in stagione: di fronte a questi numeri bisogna solo stare zitti».

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.