La Regione non ha dubbi

Tunnel Tav di Firenze, il governatore Rossi: E’ indispensabile. Presto arriverà la nuova talpa

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Enrico Rossi

Enrico Rossi

FIRENZE – Dopo la proposta della Cisl di nominare un commissario per portare avanti il tunnel Tav di Firenze, anche il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha affrontato l’argomento: «L’Alta velocità è fondamentale per Firenze e la Toscana, c’è bisogno di fare quest’opera e non ci sono soluzioni alternative, l’idea del commissario mi sembra
dire di fare presto. Il senso lo condivido ma non so per Fs cosa possa voler dire».

E ancora: «Da un incontro che ho avuto insieme al sindaco Nardella, a Roma, abbiamo avuto rassicurazioni sul fatto che gli investimenti tecnologici di ammodernamento,
per 350 milioni di euro, della rete ferroviaria vanno avanti e dovrebbero alleviare le difficoltà del nodo di Firenze. Inoltre mi risulta che la ditta abbia acquistato una nuova
talpa e presto dal Cnr dovremmo avere l’esito preciso delle terre da scavo. Quando ci sarà l’esito sapremo se considerarle terre o rifiuti. Con il sindaco Nardella – ha concluso Rossi – stiamo monitorando la situazione e pensiamo che presto vicenda avrà
esiti positivi».

Tag:, ,

Commenti (2)

  • tiziano cardosi

    |

    quello che dice Rossi, cioè che non ci sono alternative al progetto di sottoattraversamento, è falso. Ce ne sono eccome e se si fosse optato per la soluzione in superficie come proposto da 20 anni i lavori sarebbero già finiti e si sarebbero sprecati tante centinaia di milioni di euro.
    Che Rossi dica queste cose significa solo che non ha autonomia politica, che è telecomandato da chi vuol scavare nel ventre di Firenze e nelle casse dello stato.

    Rispondi

  • Pierluigi

    |

    Sono anni che si deve decidere se lo scavo del tunnel TAV comprende rifiuti speciali e/o terre normali; chiamerei la NASA per farci inviare qualche analizzatore come quelli inviati su Marte.
    Fra due anni saremo sempre a questo punto.
    Con la differenza di qualche minuto in più e qualche miliardo in meno si sarebbe trovata una soluzione diversa, ma non si è voluto cercarla in maniera approfondita.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.