Portati via preziosi esposti dalla vetrina e dalla cassaforte

Pistoia: rapina in gioielleria a Monsummano. Pugni e calci al proprietario

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Carabinieri posto di blocco nottePISTOIA – Rapinata gioielleria all’orario di chiusura, preso a calci e pugni il titolare. Poco dopo le 20 di ieri
tre individui non armati, due dei quali con il cappuccio della felpa calato sul viso, sono entrati nella gioielleria ‘Cosentino’ di viale  Matteotti, a Monsummano Terme, dove il titolare, unica persona presente nell’esercizio, stava effettuando le operazioni di chiusura. I tre uomini hanno aggredito il gioielliere, un 49enne di Chiesina Uzzanese, colpendolo con calci e pugni e dopo averlo immobilizzato con fascette di plastica si sono impossessati di vari monili sia esposti  nelle vetrine che custoditi nella cassaforte, che hanno aperto sottraendo le chiavi alla vittima.

I banditi, dall’apparente accento dell’est europeo si sono poi dileguati a piedi. La vittima, che dopo qualche minuto è riuscita a liberarsi e a dare l’allarme, è stato accompagnato all’ospedale di Pescia per medicare le contusioni ed abrasioni riportate nell’aggressione. Il valore della refurtiva non è stato ancora quantificato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione e del Norm di Montecatini Terme che hanno avviato le indagini cominciando a vagliare le immagini restituite dai sistemi di videosorveglianza interno ed esterno all’esercizio.

AGGIORNAMENTO DELLE 13,30

E’ di circa 10 mila euro il bottino della rapina avvenuta ieri sera, intorno
alle 20, in una gioielleria del centro di Monsummano Terme. I ladri (che erano disarmati e probabilmente dell’Est Europa) hanno legato il titolare con delle fascette di plastica e, dopo averlo picchiato, si sono fatti consegnare le chiavi
della cassaforte. Poi sono fuggiti con i preziosi rubati. La vittima, 49 anni, è stato portato per le necessarie medicazioni all’ospedale di Pescia, dove ha avuto alcuni giorni di prognosi. Sul caso stanno indagando i carabinieri.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.