Intanto le navi Nato operano nel mar Egeo

Migranti. La rotta dei Balcani è chiusa. Vertice Turchia – Ue domani 7 marzo a Bruxelles

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

refugees balkan

BRUXELLES – La rotta dei Balcani occidentali è ora chiusa. E’ quanto si legge nella bozza di dichiarazione dei leader Ue preparata in vista del vertice straordinario Ue-Turchia che si terrà domani 7 marzo a Bruxelles. Nella versione ancora non definitiva del documento – gli sherpa dei 28 sono attualmente riuniti per preparare l’incontro di domani – si sottolinea anche che l’Ue sarà al fianco della Grecia in questo difficile momento e farà tutto il possibile per aiutarla a gestire la situazione.

Nel documento si ricorda che già in occasione del vertice del 19 febbraio il Consiglio Europeo aveva deciso di ripristinare una situazione di piena applicazione del codice Schengen per il controllo delle frontiere da parte di tutti i Paesi aderenti all’accordo in modo da porre fine a un approccio caratterizzato dal lasciar passare i migranti. Questa decisione sta portando all’esaurimento dei flussi irregolari dei migranti lungo la rotta dei Balcani occidentali; questa rotta è ora chiusa, si legge ancora nella bozza. E dopo aver garantito il sostegno Ue alla Grecia per affrontare la situazione, i leader europei evidenziano come questa sia una responsabilità collettiva dell’Ue che richiede una veloce ed efficiente mobilitazione di tutti i mezzi e le risorse a disposizione dell’Unione e dei contributi degli Stati membri.

Intanto la Nato ricorda che le sue navi saranno impegnate nel Mar Egeo e in particolare nelle acque territoriali di Grecia e Turchia nella lotta contro i trafficanti di esseri umani e per fare fronte all’emergenza migranti. Le unità della Nato opereranno in stretto contatto con quelle dei due Paesi e di Frontex.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.