L'annuncio alle organizzazioni sindacali

Regione Toscana: bando di sostegno al reddito dei disoccupati. Il ministro Poletti dice sì

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Il ministro Giuliano Poletti

Il ministro Giuliano Poletti

FIRENZE – L’idea della Toscana di assegnare, tramite bando, un sostegno al reddito ai disoccupati che svolgono lavori di pubblica utilità è piaciuta al ministro Poletti che ha scritto al presidente della Regione, Enrico Rossi, per annunciare la volontà di convocare nella prossima settimana una riunione per valutare i possibili strumenti da mettere in campo in favore dei lavoratori che hanno esaurito la possibilità di avvalersi di ammortizzatori sociali. A darne notizia è stato il consigliere per il lavoro del presidente Rossi, GianfrancoSimoncini, nel corso di una riunione con i sindacati confederali e delle categorie chimici e metalmeccanici di Cgil, Cisl, Uil della provincia di Livorno. L’assessore alla formazione, Cristina Grieco, e Simoncini hanno incontrato a Palazzo Strozzi Sacrati le organizzazioni sindacali per fare con loro il punto sulla delicata situazione che vede molti lavoratori dell’area livornese in difficoltà o perché hanno già esaurito la copertura degli ammortizzatori sociali o perché rischiano di perderla a breve a causa del cambio di normativa.

La Regione Toscana ha finanziato e i Centri dell’impiego hanno avviato le procedure per la selezione di primi 174 lavoratori che saranno impegnati in lavori socialmente utili e sono già previsti 3 milioni di euro per altri 600 incarichi nel 2016. Il bando, del quale i lavoratori potranno beneficiare una tantum, vedrà il 50% dei posti riservati ai lavoratori licenziati e potrebbe essere esteso a molte più persone se ai fondi regionali se ne sommassero altri governativi. L’assessore Grieco ha inoltre ipotizzato la possibilità di associare ai lavori di pubblica utilità un voucher formativo di circa 3000 euro, del quale i lavoratori potranno beneficiare al termine del lavoro per acquisire nuove competenze.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.