Il questore Micillo: le abbiamo rispedite a casa

Firenze: sei borseggiatrici arrestate. Venivano da Roma per derubare i turisti. Si sono lamentate: troppi poliziotti qui

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

La polizia ha scoperto il carico di droga seguendo uno spacciatore albaneseFIRENZE – Arrivavano in treno da Roma a Firenze e poi si appostavano nei pressi del check point dei bus, sul lungarno Colombo, per tentare di derubare i gruppi di turisti arrivati per visitare il centro storico. Per questo sei donne di età compresa tra i 22 e i 59 anni, originarie della ex
Jugoslavia, sono state arrestate dalla polizia. Denunciate due complici.

I tentativi di furto sono stati immortalati in un video dagli agenti della scientifica. Le borseggiatrici sono state filmate mentre si infiltravano in alcune comitive di turisti del Sud-Est
Asiatico che percorrevano via de’ Malcontenti. I poliziotti della squadra mobile le hanno fermate e arrestate dopo circa tre ore di appostamento. In alcuni casi le donne, tutte residenti in
un campo nomadi romano e già note alle forze dell’ordine, tentavano di derubare i turisti senza farsi scoprire, in altri li affrontavano direttamente strattonandoli e cercando di sfilare loro le borse. Processate questa mattina per direttissima, sono state sottoposte ad obbligo di dimora nel
comune di Roma. Durante il processo hanno ammesso di essere a Firenze col solo scopo di rubare. Una di loro si è detta meravigliata per i molti poliziotti presenti in città.

Gli arresti, ha affermato il questore Raffaele Micillo, «dimostrano tutta la nostra buona volontà per far fronte alle difficoltà dei cittadini, che spesso si trovano ad essere assediati da chi cerca di derubarli con le tecniche più svariate, che a volte rasentano l’aggressione fisica. In questo caso gli arresti sono stati convalidati e il gruppo di borseggiatrici rispedito a casa».

Tag:, ,

Commenti (1)

  • FHB

    |

    Le “solite” nomadi, con viaggio gratuito in treno e immunità. Quante ore pensate che rimangano in arresto?

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.