Giovedì 17 marzo alle 21

Firenze: al Museo dell’Opera del Duomo ultimo concerto gratis di «Note al Museo» con Laura Polverelli e Il Rossignolo

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Il Rossignolo con Laura Polverelli

Il Rossignolo con Laura Polverelli (foto Antonello Palazzolo)

FIRENZE – Al Museo dell’Opera del Duomo ultimo appuntamento della stagione con la rassegna «Note al Museo», grazie alla quale una volta al mese si può assistere gratis a concerti di musica classica con artisti ben conosciuti. Stavolta tocca al mezzosoprano Laura Polverelli, accompagnata dall’ensemble «Il Rossignolo»; il programma si intitola «Georg Friedrich Händel, l’italiano»: dedicato per intero a Händel e ai suoi legami con l’Italia, comprende anche due arie da «Rodrigo», opera composta per la Firenze di Ferdinando de’ Medici e che ebbe la sua prima rappresentazione (1707)  al Teatro del Cocomero, poi chiamato Teatro Niccolini.

«Il Rossignolo», gruppo di ottimi specialisti di musica antica eseguita su strumenti d’epoca, è diventato famoso fra i cultori del genre anche per la riscoperta del «Germanico», opera attribuita ad Händel. Con Laura Polverelli, interprete che, oltre ad essere molto richiesta per il repertorio lirico ottocentesco, non di rado si cimenta nel Settecento, il sodalizio non è occasionale.

Precederà il tutto una breve introduzione del giornalista e musicologo Francesco Ermini Polacci, ideatore e direttore artistico della rassegna.

Fino al mese scorso i posti per questi concerti fuori del comune in un ambiente pure decisamente fuori del comune si prenotavano via mail ed andavano naturalmente esauriti in pochi minuti, essendo solo 180. Per la maleducazione di alcuni che, vistisi negare l’ambito biglietto, hanno copetto di ingiurie i destinatari, ci rimettono adesso in molti, perché l’Opera del Duomo ha reagito imponendo a tutti di andare a prendere l’invito di persona dalle 9 del giovedì precedente: in questo modo rimangono tagliati fuori buona parte dei fiorentini (quasi tutti i lavoratori, gli studenti che nell’università riformata sono obbligati a frequentare le lezioni quasi a orario di fabbrica…). Se la cava giusto chi dispone di un pensionato ancora in gamba da mandare a fare a fila alla portineria del Centro arte e cultura (Piazza San Giovanni, 7), perché è ovvio che i biglietti, anche distribuiti a mano, saranno finiti in meno di un’ora e chi andrà in pausa pranzo o addirittura a fine giornata probabilmente non troverà più nulla. Speriamo che, per la seconda edizione che prenderà il via a novembre, trovino un sistema di distribuzione meno discriminatorio.

Museo dell’Opera del Duomo (Piazza del Duomo 9, Firenze)

Giovedì 17 marzo, ore 21

Laura Polverelli, mezzosoprano e «Il Rossignolo» (Martino Noferi: flauto/oboe, Marica Testi: flauto traverso, Stefano Barneschi: violino, Jean-Marie Quint: violoncello, Ottaviano Tenerani: clavicembalo e direzione) in «Georg Friedrich Händel, l’italiano»

Georg Friedrich Händel (1685-1759)

– Cantata “Mi palpita il cor” HWV 132 per contralto, traversiere e basso continuo

– Trio Sonata HWV 389 per flauto dolce, violino e basso continuo (Larghetto – Allegro – Adagio – Allegro – Allegro)

– Da Rodrigo HWV 5: aria “Siete assai superbe oh stelle”

– Da Rodrigo HWV 5: aria“Dolce amor che mi consola”

– Trio Sonata HWV 395 per due flauti e basso continuo (Largo – Allegro – Largo – Allegro)

******

– Cantata “Languia di bocca lusinghiera” HWV 123

– Trio Sonata HWV 386 per traversiere, violino e basso continuo (Andante –Allegro ma non troppo – Largo – Allegro)

– Cantata “Unʼalma innamorata”HWV 173

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.