Nella sala Rossa del comune di Arezzo

Arezzo: Rachele Mussolini, mia nonna, la moglie di Benito. Presentato il libro della nipote Edda Negri

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Rachele Mussolini

Rachele Mussolini

AREZZO – «Mia nonna era una persona semplice, parlava in dialetto e non si vergognava delle sue
origini». Così Edda Negri Mussolini, figlia di Annamaria Mussolini e nipote di Rachele e Benito, ha presentato nella Sala Rosa del comune di Arezzo il libro «Donna Rachele mia nonna, la moglie di Benito Mussolini» (Minerva Editore) dove ha tracciato il ritratto di una donna, come ha detto la stessa Edda Negri, moderna, tenace, avanti con la mentalità che ha lottato contro le convenzioni.

Alla presentazione, organizzata dall’Associazione Cultura Nazionale, era presente l’altra scrittrice, la giornalista Emma Moriconi: «La storia va riscritta alla luce di una serie di documenti e di verità troppe volte omesse, oggi dopo 70 anni lo possiamo fare. Lo scopo del nostro lavoro è proprio questo, recuperare aspetti dimenticati».

Rachele, ha ricordato la nipote, era una donna semplice, si vestiva in maniera modesta, faceva la spesa al mercato dove costava meno, aveva voluto l’orto a Villa Torlonia, viaggiava con l’autobus. Un ritratto confermato da testimoni e documenti. Una donna che ha sopportato di tutto con grande dignità, lottando per recuperare il corpo del marito e quanto ha potuto dei beni familiari.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.