Camusso e Barbagallo d'accordo con Boeri. Necessaria una mobilitazione

Pensioni: Sindacati all’attacco del Governo, subito la flessibilità in uscita

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

sindacati1

ROMA – A breve Cgil, Cisl e Uil metteranno in campo una mobilitazione per chiedere di modificare la legge Fornero sulle pensioni e di prevedere una maggiore flessibilità in uscita. Lo hanno detto i segretari generali di Cgil e Uil, Susanna Camusso e Carmelo Barbagallo, a margine di un convegno sulla contrattazione alla Camera, organizzato da Forza Italia. «Ci siamo visti con Camusso e Furlan e abbiamo deciso di prevedere iniziative a breve. La flessibilità in uscita serve ora. Non possiamo aspettare una vita, il disagio è ora. Sono d’accordo una volta tanto con Boeri», ha affermato Barbagallo. A breve faremo una mobilitazione, ha aggiunto Camusso.

«E’ necessario cambiare la legge Fornero. Noi dal governo aspettiamo che ci convochi, ma abbiamo la sensazione che abbia perso la lettera che i leader di Cgil, Cisl e Uil avevano indirizzato al premier Matteo Renzi e al ministro del Lavoro Giuliano Poletti per avviare un confronto sul tema delle pensioni», ha affermato Camusso nel corso del suo intervento. «Vista l’assenza del governo, se il Parlamento provasse a fare queste scelte farebbe un favore alle parti sociali e darebbe una risposta ai tanti lavoratori che sono in attesa da tanto tempo», ha aggiunto il segretario generale della Cgil.

«Fornero e Monti ci hanno appioppato una riforma che è sbagliata. All’inizio dell’anno scorso Poletti ha detto che quella legge ha creato disagio sociale», ha inoltre ricordato Barbagallo, insistendo sulla necessità di modificarla ora. «Occorre ridare potere d’acquisto ai lavoratori e ai pensionati», ha aggiunto.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.