Il premier belga: l'azione di polizia continua

Terrorismo, Bruxelles: è un algerino l’uomo ucciso nello scontro a fuoco. Due assalitori catturati. Altri due in fuga

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa

nocsa

BRUXELLES – Due persone sono state fermate nel corso delle perquisizioni della notte scorsa ma i due fuggitivi scappati dopo la sparatoria svoltasi ieri a Forest, sono ancora in fuga. Intanto la procura federale ha reso noto che la persona uccisa dalle forze di polizia nel quadro della sparatoria svoltasi ieri a Bruxelles è un algerino che si trovava in Belgio illegalmente. Il suo nome Belcaid Mohammed (nato nel 1980). Accanto all’uomo, oltre alla bandiera dell’Isis, è stato rinvenuto anche un libro sul salafismo. Finora era noto alle autorita’ per una semplice rapina commessa nel 2014. E’ stato neutralizzato da un cecchino della polizia all’esterno dell’appartamento. Nel covo la polizia ha trovato undici caricatori di kalashinikov, ma non esplosivi.

Potrebbero essere Khalid et Ibrahim El Bakraoui i due fratelli arrestati dalla polizia nell’ambito dell’operazione antiterrorismo. Si tratta, a quanto si è appreso, di personaggi già noti alle forze dell’ordine. I due, dell’età di 27 e 30 anni, erano ricercati rispettivamente per terrorismo e per una condanna in contumacia. Lo riferisce il sito del quotidiano Dernier Heure.

Solo grazie alla professionalita’ degli agenti e’ stato evitato il peggio, ha detto Eric Van Der Sypt, il magistrato che conduce l’inchiesta.

Intanto non e’ ancora chiara la posizione di un uomo ferito a una gamba che si e’ presentato all’ospedale di Halle, poche ore dopo la sparatoria, ed e’ stato ricoverato. La persona, di cui non sono stati rivelata l’identita’, e’ stata accompagnata da un uomo che si e’ subito dato alla fuga. La procura belga ha confermato che nell’operazione belga-francese sono rimasti feriti quattro agenti, uno dei quali francese, ma tutti in modo non grave.

A Bruxelles ci saranno altre operazioni delle forze speciali dopo il raid di ieri che ha visto l’uccisione di un presunto terrorista e il ferimento di quattro agenti. Lo ha dichiarato il premier belga Charles Michel, secondo cui «le operazioni di polizia che sono continuate per tutta la notte e certamente andranno avanti nelle prossime ore. Potete immaginare che tutto il lavoro di inchiesta continuerà». Il capo del governo belga, ospite dell’emittente radiofonica BelRtl , ha affermato che la mobilitazione è massima, sia dei magistrati che dei poliziotti.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.