I riscontri di laboratorio hanno confermato i sospetti

Firenze, bimbo di 14 mesi ricoverato: è stato il formaggio contaminato a provocare l’infezione

di Roberta Manetti - - Cronaca

Stampa Stampa

ingresso MeyerFIRENZE – È stato il formaggio contaminato da escherichia coli a provocare l’infezione intestinale nel bimbo di 14 mesi ricoverato all’ospedale Meyer: a confermarlo sono i risultati delle analisi microbiologiche condotte dall’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana (Izs) e dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) su campioni prelevati dalla unità funzionale complessa fiorentina di sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare.

Le indagini, effettuate sia sull’alimento che sui campioni biologici del piccolo paziente, hanno infatti confermato il sospetto avanzato dagli operatori della Ausl Toscana Centro: la sindrome emolitico uremica diagnosticata nel bambino, si legge in una nota, è connessa al consumo del formaggio contaminato.

Le analisi hanno quindi avvalorato i sospetti nati nella fase dell’indagine epidemiologica condotta dagli operatori dei dipartimenti di prevenzione della Azienda Sanitaria che lo scorso martedì avevano disposto il ritiro dal commercio dell’alimento, proveniente dalla Romania e prodotto dalla ditta SC Bradet s.r.l., e contemporaneamente proposto l’avvio del sistema di allerta al fine di bloccare la distribuzione e la commercializzazione del prodotto per garantire la sicurezza dei consumatori.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.