Era dentro una scatola di cartone

Campiglia d’Orcia: trova neonata in un cassonetto. Poi ammette: sono la madre

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

campiglia orcia

CAMPIGLIA D’ORCIA (SI) – Una neonata è stata rinvenuta stamattina dentro un cassonetto dell’immondizia a Campiglia D’Orcia da una signora che era andata a buttare la spazzatura. La donna ha notato una bella scatola di cartone accuratamente collocata dentro il bidone, dentro il quale ha poi rinvenuto la neonata, di razza bianca, che cominciava ad accusare segni di sofferenza. La donna ha, quindi, chiamato in soccorso un’amica, che ha immediatamente lanciato l’allarme, chiamando Carabinieri e 118. La neonata si trova ora all’Ospedale di Abbadia San Salvatore e le sue condizioni appaiono buone mentre sulla vicenda indagano i Carabinieri di Montalcino.

AGGIORNAMENTO DELLE 18,00: Dopo oltre un’ora di interrogatorio, la badante romena, che aveva detto di aver trovato una neonata in un cassonetto nel senese, ha confessato di essere la madre della piccola. La donna, 27 anni, con tre figli e un marito in Romania, era in Val d’Orcia da sei mesi per svolgere l’attività di badante di un’anziana non autosufficiente. Dopo aver confessato, è stata denunciata per procurato allarme e simulazione di reato. Ha rifiutato le cure mediche.

Secondo una prima ricostruzione, la romena avrebbe depositato la bambina nel cassonetto per poi pentirsene e riprenderla portandola nella casa dove faceva la badante e dove è avvenuto il parto, senza che nessuno se ne accorgesse. I carabinieri avrebbero indotto la badante alla confessione dopo averle fatto notare alcune incongruenze sui tempi e sulle dichiarazioni fatte questa mattina, quando la donna ha chiesto alla vicina di dare l’allarme. Alla base del gesto, ci sarebbe una depressione post-parto dovuta alle difficili condizioni economiche

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.