La Farnesina sta seguendo la situazione

Tarragona (Spagna) : scontro camion pullman, 13 studenti morti 43 feriti. C’erano a bordo anche alcuni italiani

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

autobus

TARRAGONA – E’ di 13 il numero delle vittime del gravissimo incidente avvenuto questa mattina in Spagna, nel quale hanno perso la vita molti studenti universitari, per lo più stranieri, di età compresa tra i 22 e i 29 anni. Sul veicolo, riporta il sito della Vanguardia che cita il servizio Emergenze catalano, c’erano studenti di 16 diverse nazionalità, anche italiana. La Farnesina sta svolgendo le consuete verifiche.

L’incidente, una collisione frontale tra un camion e un pullman, sembra sia da attribuire a un errore umano. E’ avvenuto attorno alle 6 del mattino sull’autostrada AP-7 che collega Valencia a Barcellona, all’altezza del km 333, nei pressi di Tarragona, un punto dove gli incidenti sono frequenti, nonostante si tratti di un rettifilo. Il pullman, che trasportava un gruppo di studenti universitari, fra i quali molti stranieri del progetto Erasmus, rientrava da una gita organizzata dall’European Students Network a Valencia per la festa tradizionale delle Fallas. Faceva parte di un convoglio di cinque autobus. Secondo quanto riportato dai media locali gli studenti coinvolti sono di diverse nazionalità: italiana, svizzera, norvegese, inglese, turca, ucraina, ma anche molti studenti di Barcellona.

Il pullman trasportava 57 passeggeri, 43 di loro sono rimasti feriti, di cui 4 in modo molto grave anche se non in pericolo di vita. L’autista del pullman, un uomo di 47 anni con 17 anni di servizio nella Ditta Autocare Alejandro, è sopravvissuto ed è ora in stato di fermo. E’ risultato negativo al controllo per droga e alcol. Le vittime sono state trasportate a Tortosa dove è stato allestito un centro per accogliere i familiari.

AGGIORNAMENTO ORE 18,00: Ci sarebbero tre ragazze italiane fra i 43 studenti feriti. Invece due giovani italiani che si trovavano a bordo del bus che ha subito un grave incidente oggi in Catalogna stanno bene, si è appreso da fonti informate. I due, di cui non è stato reso noto se siano ragazzi o ragazze, hanno ricevuto la visita del console generale d’Italia a Barcellona Stefano Nicoletti.

 

 

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.