Cerimonia alla sede di piazza San Marco

Strage Erasmus a Tarragona, il rettore Luigi Dei: «Per l’Università di Firenze è un giorno tristissimo»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Luigi Dei

Luigi Dei

FIRENZE  – «Oggi è un giorno molto triste, è una tragedia che ha colpito duramente l’ateneo di Firenze. Attendiamo notizie che si rincorrono con un senso di pena indicibile. In segno di lutto tutte le iniziative in programma per oggi sono annullate e rinviate a data da destinarsi».

Sono le parole con cui stamani 21 marzo il rettore dell’università di Firenze, professor Luigi Dei, ha tenuto una cerimonia con un minuto di raccoglimento per le studentesse vittime dell’incidente stradale a Tarragona, tutte iscritte alla Scuola di Economia e Management dell’ateneo fiorentino, in Spagna per il progetto ErasmusValentina Gallo, 22 anni, di Firenze, Elena Maestrini, 21 anni, di Gavorrano (Grosseto) e Lucrezia Borghi, 21 anni, di Greve in Chianti.

Il rettore Dei, che ha citato una poesia di Pablo Neruda sulla morte, ha ricevuto una telefonata di cordoglio dal sindaco Dario Nardella. Alla cerimonia ha preso parte anche il vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni che ha detto di volersi «unire al cordoglio per queste giovani vittime di tante nazionalità diverse. Con loro abbiamo perso un tassello di futuro e della generazione Europa».

All’edificio del rettorato, in Piazza San Marco, e nelle altre sedi dell’Ateneo è stata esposta la bandiera a mezz’asta in segno di lutto. Domani 22 marzo alle ore 12 in ciascuna delle Università italiane, compresa quella di Firenze, sarà osservato un minuto di silenzio per le vittime di Teragona.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.