Le istituzioni sostengono le richieste degli operai

Firenze: Guess, i lavoratori sospendono lo sciopero dopo le assicurazioni ricevute dall’azienda

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

guess

FIRENZE – I lavoratori fiorentini di Guess sospendono lo sciopero contro la delocalizzazione a Lugano: nell’incontro di oggi all’unità di crisi della Città metropolitana l’azienda ha infatti accettato l’impegno a invitare un rappresentante di Guess Europe, affinché la rappresentanza sindacale gli avanzi le richieste di far cessare gli approcci individuali nei confronti dei lavoratori, e di mantenere la sede di Firenze, con i suoi addetti, come filiale distaccata della stessa Guess Europe, con quartier generale in Svizzera.

L’incontro, secondo quanto emerso, dovrebbe tenersi nei prossimi giorni: rimane tuttavia confermato lo sciopero, con manifestazione, indetto per il 30 marzo. «Abbiamo visto degli spiragli, le istituzioni ci hanno saputo sostenere», ha commentato Alessandro Picchioni (Filctem-Cgil), all’uscita dalla riunione tenutasi a Palazzo Medici Riccardi, mentre fuori lavoratori e lavoratrici tenevano un presidio. «Abbiamo ribadito come Comune e Città metropolitana che siamo contrari al ridimensionamento della sede fiorentina di Guess», ha dichiarato l’assessore al lavoro Federico Gianassi, il quale ha annunciato che il caso verrà segnalato al Governo. Ieri i sindacati aveva fatto appello anche alla testimonial di Guess Belen Rodríguez perché intervenisse a loro favore.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.