Nell'omelia del Giovedì Santo

Terrorismo, Firenze, il cardinale Betori: usano l’orrore per affermare il potere distruttivo

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze

Cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze

FIRENZE – L’intero mondo è oggi «alla mercè di fazioni ispirate da ideologie estremiste che usano l’orrore e il terrore per affermare un potere distruttivo degli uomini e nemico di Dio e provocano massacri e morti nelle nostre città d’Europa e al tempo stesso eccidi e distruzioni in tante regioni dell’Oriente e dell’Africa». Lo ha detto l’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, nell’omelia di questa sera, 24 marzo, per la messa del Giovedì Santo nella cattedrale di Santa Maria del Fiore. Il loro obiettivo – ha affermato il cardinale – è quello «di inculcare paura nei nostri cuori e farsi strada nel vuoto che il nichilismo ha introdotto nelle coscienze dell’Occidente, cercando inoltre di distruggere le ragioni del dialogo tra uomini di diverse religioni e culture».

E nella società moderna le forme di violenza sono tante, come quelle a cui sono sottoposti i «popoli afflitti da guerre e miserie, costretti a migrazioni forzate e poi respinti nella loro aspettativa di vita, di una vita degna», ha spiegato.   Ci sono poi quelle che coinvolgono «bambini uccisi prima di venire alla luce o vittime di violenze, fisiche o psicologiche – ha proseguito Betori -, anziani e malati lasciati soli di fronte alla sofferenza e che si vuole far credere di aiutare assistendoli nel suicidio e non nella cura della vita». Senza dimenticare gli uomini e le donne perseguitati a causa della loro religione, per la loro fede, ha proseguito l’arcivescovo citando ancora una volta il caso di Asia Bibi (la donna cristiana condannata a morte in Pakistan con l’accusa di aver offeso Maometto), ma anche le persistenti diseguaglianze sociali, lo squilibrio di diritti e possibilità tra generazioni, ha concluso, lo sfruttamento del corpo della donna.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.