Nuova area riservata a pedoni e biciclette

Firenze: Piazza dell’Isolotto, il Comune approva il progetto di riqualificazione. Ma ci vorranno più di 2 anni

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

isolotto

FIRENZE – Due anni e mezzo tra progettazione, procedure di gara e cantieri e 1,5 milioni di euro per cambiare il look di piazza dell’Isolotto. La giunta comunale nell’ultima seduta ha infatti dato il via libera al progetto, per adesso in fase preliminare, della riqualificazione della piazza. Si tratta in concreto del frutto del percorso partecipativo effettuato dall’Amministrazione che ha portato ad un concorso di progettazione, vinto dal progetto dello Studio Rossi Prodi Associati. Il progetto preliminare ha assunto per base le tavole di concorso e la parte grafica risultata vincitrice del bando; nelle successive fasi progettuali verranno rivisti ed adeguati gli elaborati di partenza con i necessari approfondimenti previsti dalla normativa.

La proposta vincitrice (scelta tra 101 progetti) disegna un ‘sistema piazza’ con più superficie pedonale e ciclabile, una razionalizzazione dello spazio dedicato alla sosta e al mercato e un migliore utilizzo per tutti.
Tra gli elementi significativi del progetto spicca infatti l’aumento dell’area riservata a pedoni e biciclette, in modo da permettere una continuità di fruizione tra il viale dei Bambini, le aree di verde attrezzato, la zona commerciale dei portici, il lungarno dei Pioppi, il sagrato della Chiesa di Santa Maria Madre delle Grazie e l’accesso al Teatro della Fabia.

A questo scopo sarà realizzata una pista ciclabile che da viale dei Bambini attraverserà la piazza arrivando fino al lungarno e alla passerella per proseguire potenzialmente oltre il Parco delle Cascine. Non ci saranno elementi di separazione netta tra il percorso ciclabile e quello pedonale, ma semplicemente elementi leggeri, colori e variazioni cromatiche che rendono chiare le gerarchie dei luoghi. Sarà inoltre razionalizzato lo spazio dedicato alla sosta ed alla circolazione veicolare nella piazza: nessun cambiamento è previsto per l’accessibilità veicolare anche se verrà eliminata l’isola spartitraffico in corrispondenza del lungarno dei Pioppi perché viene privilegiata la mobilità ciclopedonale. Anche il parcheggio in corrispondenza del viale dei Pioppi sarà ridisegnato, in modo da privilegiare la mobilità ciclopedonale. Prevista la valorizzazione delle aree verdi e quelle per bambini (in particolare l’area gioco che sarà collocata in una zona ombreggiata, sotto alcune alberature esistenti) e l’eliminazione delle barriere architettoniche con i dislivelli presenti in particolare tra il lungarno dei Pioppi e la piazza, ma anche con via dei Ligustri.

Il progetto prevede la valorizzazione anche della funzione commerciale/mercatale con la creazione di uno spazio dedicato sul lato est della piazza; anche il fioraio, il trippaio e l’edicola saranno spostati sul lato dei portici. La pensilina che indica la parte coperta del mercato rionale sarà collocata nella parte centrale della piazza, a completamento della zona destinata al commercio. Infine per rendere ancor più vivibile la piazza, sono previste rastrelliere per la sosta delle biciclette (sul lato est), la fontanella con l’acqua potabile e un’isola ecologica con i cassonetti interrati.
Grande attenzione sarà dedicata alla scelta dei materiali e alle soluzioni improntate alla sostenibilità ambientale. Per quanto riguarda i primi, saranno utilizzati materiali provenienti da attività di riuso e riciclaggio, senza aggiunta di additivi sintetici e che non rilasciano emissioni nell’ambiente.

Le pavimentazioni sono state pensate tutte prevalentemente permeabili, realizzate in cemento architettonico drenante mescolato ad elementi di pietra naturale per le diverse colorazioni, e pavimentazioni ad elementi finiti di pietra serena e cemento vibrocompresso bianco posati a secco. La pietra serena esistente viene recuperata e riutilizzata. La soluzione proposta prevede dunque, materiali simili per un’unica pavimentazione con tante diverse declinazioni. Le sedute sono sempre dello stesso materiale, il cemento, e sono disegnate come variazione del tema bidimensionale della pavimentazione. La pensilina sarà realizzata con struttura in acciaio ed una gettata di cemento: un elemento leggero, quindi, come un telo che ricorda quelli dei mercati rionali, l’ illuminazione sarà a basso consumo (LED) con corpi illuminanti di forme e di intensità luminose diverse a seconda delle zone da illuminare.

«Sono i primi effetti concreti dell’approvazione del bilancio e dello sblocco del Patto di stabilità – sottolinea l’assessore al bilancio e all’urbanistica Lorenzo Perra – . Gli uffici del Comune stanno approntando gare di appalto, affidandole, iniziando a spendere. Ci aspetta una sfida ambiziosa nella quantità e nella qualità delle opere da realizzare. Valorizzare gli spazi pubblici cittadini e realizzare infrastrutture pubbliche è il principale compito del Comune. Vogliamo creare un migliore contesto in cui le persone possano vivere, lavorare, fare impresa. Lo specifico intervento su pPiazza dell’Isolotto è anche un modello di partecipazione alle scelte che riguardano il futuro sviluppo urbano di Firenze. Stiamo utilizzando tale modello tale anche per ulteriori interventi di rigenerazione urbana come per l’ex caserma dei Lupi di Toscana, per il quale nei prossimi giorni entreremo nel vivo del percorso partecipato».

Nello specifico del progetto di piazza dell’Isolotto l’assessore Giorgetti precisa che «il cronoprogramma prevede questo anno per la progettazione definitiva, esecutiva e le procedure di gara. Ulteriori tre mesi per il contratto e la consegna dei lavori che dureranno circa un anno. Il cantiere sarà articolato in lotti successivi tali da garantire la migliore esecuzione delle opere, la continuità del mercato, la fruizione della porzione di piazza non oggetto di intervento».
Infine i costi: per questo progetto l’Amministrazione ha stanziato un milione e mezzo di euro suddivisi nelle annualità 2016-2017.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.