Un trio di candidati in pole position

Firenze: il saluto del Questore, Raffaele Micillo. Bernabei, Bracco e Bontempi in corsa per la successione

di Sergio Tinti - - Cronaca

Stampa Stampa

IMG_8133FIRENZE – La Sala d’Arme di Palazzo Vecchio ha ospitato oggi il saluto di commiato del questore di Firenze Raffaele Micillo, che ha scelto il giorno del suo 65esimo compleanno per rivolgere alle  istituzioni della provincia e cittadine il suo saluto al termine del servizio attivo. Con a fianco la moglie sig.ra Iride e i più stretti congiunti  ha avuto una parola di ringraziamento per tutti i presenti,  dai suoi funzionari di Questura ai prefetti Alessio Giuffrida e Luigi Varratta, a magistrati, responsabili delle forze dell’ordine, dirigenti di Enti ed Uffici in servizio e in pensione, amici personali  con cui il questore ha condiviso impegni professionali e vita sociale dall’ottobre 2013, data del suo ingresso a Firenze.

Dal 1° aprile, venerdì, la questura sarà retta interinalmente dalla vicaria Donatella Dosi. In attesa che  il Ministero dell’Interno provveda a nominare il successore. Indiscrezioni parlano di tre candidature accreditate:  Gianfranco Bernabei, Sergio Bracco, Massimo Bontempi, da subito denominate «le tre B».

Per  Gianfranco Bernabei, classe ’57,  si tratterebbe di un rientro a Firenze dove ha vissuto molta parte della sua carriera in Polizia; già questore di Matera e Pisa  è questore di Padova da nemmeno un anno.

Per  Sergio Bracco, cl.’59, in servizio dal luglio 2013 alla Segreteria del Dipartimento della PS quale direttore dell’Ufficio Analisi ,Programmi e Documentazione, si tratterebbe invece della prima esperienza operativa in terra toscana. E’ stato questore di Avellino.

Per Massimo Bontempi, cl. ’56, l’assegnazione a Firenze significherebbe rientrare nella nostra regione dopo le esperienze di questore di Arezzo e di Siena. Dopo la Questura di Cagliari, al momento dirige l’Ispettorato Generale di PS presso la Camera dei Deputati.

Ma potrebbe inserirsi nella gara qualche outsider e  sul filo di lana  aggiudicarsi  la vittoria! Non sarebbe certamente la prima volta.

Micillo ha annunciato che intende  fermarsi a vivere con la famiglia nella nostra città. La redazione di Firenzepost  unitamente a  chi scrive, nel ringraziarlo per la collaborazione costantemente ricevuta, gli augurano le migliori soddisfazioni.

 

 

 

Tag:, , ,

Sergio Tinti

Sergio Tinti

già Comandante Polizia Stradale della Toscana
sergio.tinti@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.