Si inizia con quelli ammassati sull'isola di Lesbo

Migranti, accordo Turchia – Ue: partono i primi 135 rinvii dalla Grecia (video)

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

lesbo

ATENE  – La polizia sull’isola greca di Lesbo ha cominciato a mettere migranti e rifugiati su imbarcazioni dirette in Turchia, i primi rinvii nell’ambito dell’accordo tra Ue e Ankara per limitare gli arrivi in Europa. Tra pesanti misure di sicurezza, all’alba di oggi 135 migranti sono stati scortati su due piccoli traghetti dagli agenti della agenzia europea di protezione delle frontiere Frontex.

Circa 4.000 immigrati sono trattenuti sull’isola greca dall’entrata in vigore il 20 marzo dell’accordo tra Bruxelles e la Turchia. Ore prima sulla vicina isola di Chio la polizia antisommossa si è scontrata con residenti locali durante una protesta contro le deportazioni lì pianificate. «Questo è il primo giorno di tempi molto duri per i diritti dei rifugiati. Nonostante le gravi lacune legali e la mancanza di un’adeguata protezione in Turchia, l’Ue sta andando avanti in un accordo pericoloso», afferma Giorgos Kosmopoulos di Amnesty International in Grecia.

L’operazione è stata supervisionata da un tenente generale del polizia greca, che non ha fornito dettagli immediati sulla nazionalità dei migranti deportati.

 

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.