L'annuncio del sindaco metropolitano, Dario Nardella

Tramvia: sì all’estensione a Sesto Fiorentino, Campi e Bagno a Ripoli. Dopo la Regione dirà sì la Città Metropolitana

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Mattarella con Nardella sulla tramvia, in occasione di una visita del Capo dello Stato

Mattarella con Nardella sulla tramvia, in occasione di una visita del Capo dello Stato a Firenze

FIRENZE – Giovedì 7 aprile il Consiglio Metropolitano di Firenze, dopo l’ok avvenuto oggi in Regione, approverà l’accordo siglato a fine marzo tra Regione Toscana, Città Metropolitana, Comune di Firenze e Comuni di Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Bagno a Ripoli e Scandicci per l’estensione del sistema tramviario fiorentino nell’area metropolitana. “E’ un deciso passo avanti per tutta l’area metropolitana – commenta il sindaco Dario Nardella – L’estensione dei binari consentirà di potenziare le linee in costruzione e di collegare aeroporto, autostrada Firenze mare e la linea dell’Alta Velocità, dal quadrante Nord Ovest fino alle porte del Chianti. Le opere rappresentano un solido volano per lo sviluppo e per una mobilità sostenibile. La Città Metropolitana eserciterà il suo ruolo strategico nella pianificazione e programmazione della mobilità e dei trasporti dell’area, adeguando a questo scopo tutti gli strumenti urbanistici, e nel reperimento delle risorse necessarie per completare le opere insieme a Regione e Comuni”.

Con l’accordo si definiscono il programma delle linee di completamento delle linee 1 (Firenze Santa Maria Novella-Scandicci), 2 (Aeroporto-Santa Maria Novella) e 3.1 (Careggi-Santa Maria Novella) e progettazione e realizzazione delle estensioni della tramvia Piagge-Campi Bisenzio e Aeroporto-Polo Scientifico a Sesto Fiorentino. Reperite le risorse si procederà alla progettazione preliminare della linea 3.2 verso Bagno a Ripoli.

Il Comune di Firenze affiderà la progettazione delle linee (Aeroporto-Polo Scientifico, Piagge-San Donnino della linea 4 Leopolda-Piagge-Campi Bisenzio). I lavori inizieranno nel 2019 per la tratta Leopolda-Piagge, nel 2020 per Aeroporto-Polo Scientifico, in modo da procedere al collaudo entro il 2022. Dovrà essere realizzato uno studio sulla mobilità (flussi di traffico e infrastrutture pianificate) dell’intera area metropolitana, a cura di un gruppo tecnico che sarà coordinato dalla Metrocittà. 

  

Tag:, ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    La progettazione, in genere, non fa male a nessuno, anzi.
    Metterei in progetto anche il ripristino di una delle più vecchie tramvie fiorentine, la Firenze-Fiesole.
    Con particolari e avveniristiche soluzioni per la curva del Regresso.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.