Lievemente ferito un carabiniere

Firenze: rubano gasolio (2.600 litri) dall’oleodotto Eni di Calenzano. Inseguiti da Lastra a Signa a Ginestra e arrestati

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
I Vigili del Fuoco in un recente intervento per la fuoriuscita di carburante dall'oleodotto Livorno Calenzano

I Vigili del Fuoco in un recente intervento per la fuoriuscita di carburante dall’oleodotto Livorno Calenzano

FIRENZE – Fermati dai carabinieri appena dopo che avevano rubato 2.600 litri di gasolio dall’oleodotto Eni che collega Livorno al deposito di Calenzano. I tre, romeni, sono stati arrestati la notte scorsa al termine di un inseguimento in auto iniziato in via di Bracciano, a Lastra a Signa, e terminato sulla via Chiantigiana a Ginestra Fiorentina.

Il furto non ha causato sversamento di carburante sul terreno. Quando sono stati intercettati dai miliari si stavano allontanando dall’oleodotto a bordo di un’auto di grossa cilindrata e di un furgone: all’interno del mezzo sono state trovare tre cisterne col gasolio rubato e gli attrezzi usati per il colpo, tra cui un tubo in gomma lungo 100 metri, giunture e rubinetti idraulici. Durante la fuga uno dei malviventi, dopo aver abbandonato l’auto, si è avventato contro un carabiniere ferendolo in modo lieve. A dare l’allarme ai carabinieri è stato un responsabile dell’Eni, dopo aver notato un’anomala perdita di pressione nell’oleodotto.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.