E afferma di non essere mai stato innamorato di lei

Scomparsa di Guerrina Piscaglia, Padre Graziano a Canale 5: «Non ho mai ammazzato nessuno. So che lei voleva un figlio nero»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Padre Gratien, "Graziano", Alabi (foto dal sito Badiatedaldablog.blogspot.com)

Padre Gratien Alabi

AREZZO – «Non ho mai ammazzato qualcuno nella mia vita. Non ho mai sequestrato qualcuno nella mia vita»: così padre Gratien, riporta un comunicato, in un’intervista esclusiva realizzata dalla trasmissione tv Pomeriggio cinque e trasmessa oggi, 7 aprile, su Canale 5. Padre Gratien, agli arresti domiciliari nel convento dei Premostratensi di Roma, è imputato di omicidio
volontario in un processo in corte d’assise per la scomparsa di Guerrina Piscaglia, sparita nell’Aretino l’1 maggio 2014.

Nell’intervista il frate congolese commenta anche la recente decisione della corte di Cassazione di rinviare al tribunale del riesame di Firenze gli atti relativi alla decisione sui domiciliari: un provvedimento contro cui il pm Marco Dioni ha fatto ricorso. Al proposito padre Gratien dice: «La Cassazione non ha annullato i domiciliari, ha solo rinviato gli atti al riesame. Io sono tranquillissimo, sereno e preparato moralmente – prosegue – vogliono colpirmi. L’indagine su di me è indirizzata, penso di essere vittima di un’ingiustizia. Se non ero prete, se non ero straniero, forse questa cosa non sarebbe successa, non ho paura di nulla. Se avessi avuto paura, sarei fuggito».

E in merito a Guerrina Piscaglia racconta: «Voleva avere un figlio di colore e cercava con chi poteva averlo. Lei voleva che andassi a Novafeltria e poi tornassi a dire messa a Ca’ Raffaello. Voleva che andassimo a vivere insieme. Non ho mai avuto un rapporto sentimentale con lei. Non sono mai stato innamorato di lei e spero sia ancora viva. Il 1 maggio – giorno della scomparsa della donna – non ho visto Guerrina non venne in canonica e non ho mai avuto il suo telefonino».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.