Accordo di collaborazione

Toscana, invecchiare bene: accordo per il benessere degli anziani fra Regione, Auser, Federsanità, Anci

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Anziani coniugi

Anziani coniugi

FIRENZE  – La parola centrale è «invecchiamento attivo», che vuol dire impegno a diffondere la cultura della salute e di stili di vita sani tra gli anziani, facendo leva su responsabilizzazione individuale e di comunità. E’ imperniato sulla messa in atto di questo programma l’accordo di collaborazione firmato oggi, nella sede dell’assessorato a diritto alla salute, sociale e sport, tra la Regione Toscana,  Auser Toscana, Anci Toscana e Federsanità. Ad apporre la firma l’assessore Stefania Saccardi, il presidente di Auser Toscana  Giovanni Forconi, Matteo Biffoni presidente di Anci Toscana, e per Federsanità il presidente Enrico Desideri. «Un accordo rilevante, lungimirante e con ricadute positive su tutta la società – ha commentato l’assessore Saccardi – che ha a  che fare con lo sviluppo della consapevolezza nelle scelte di salute, sia a livello individuale che di comunità, puntando sul  radicamento dei principi di una sana alimentazione, di un’attività fisica costante, di attenzione al fumo e al consumo  di alcol. Non dimentichiamo che in Toscana vivono quasi un milione di ultrasessantacinquenni di cui più di mille ultracentenari (in grande maggioranza donne). La maggior parte di loro sono attivi e rappresentano una risorsa per la società, ma molti altri sono in condizioni di salute tali da richiedere cure e assistenza a vari livelli».

Tag:, ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Credevo che “invecchiamento attivo” si riferisse ad avviarsi da soli verso la fossa comune………..
    Vedi i tempi di prenotazione per esami importanti.
    Per chiudere: una prece.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.