Aveva portato via anelli in oro per un valore di oltre 80 mila euro

Pontassieve: giovane originario dell’Est Europa rapina gioielleria e picchia il titolare. Bloccato da un passante e arrestato dai carabinieri

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Carabinieri Gazzella 112

PONTASSIEVE – Si è presentato in una gioielleria, questa mattina intorno alle 10 in piazza Washington a Pontassieve  e ha picchiato il titolare 78enne colpendolo con pugni al volto e poi immobilizzandolo con delle fascette da elettricista. Il rapinatore, un giovane originario dell’Est Europa, è stato bloccato da un passante mentre usciva dal negozio, dopo aver malmenato anche la moglie dell’anziano e una cliente, portando via anelli in oro per un valore di oltre 80 mila euro. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che lo hanno arrestato.

Il passante, nonostante sia stato raggiunto da alcuni pugni al volto, è riuscito a trattenerlo per circa mezzo minuto, fino all’arrivo della pattuglia dei militari. L’anziano titolare, portato al pronto soccorso per le ferite riportate alla testa, è rimasto sempre cosciente e non è in pericolo di vita. Secondo il suo racconto, il rapinatore ha continuato a picchiarlo anche dopo che gli aveva assicurato che gli avrebbe dato tutto. La moglie e una cliente, che sono entrate nella gioielleria mentre era in corso la rapina, sono state spintonate e hanno riportato lievi lesioni. In corso da parte dei carabinieri accertamenti per risalire all’esatta identità del rapinatore, che non aveva con sé documenti.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.