Delegazione dall'America

Greve in Chianti: Lakota Sioux nel castello Da Verrazzano per rendere omaggio al navigatore

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa
Piazza Matteotti, a Greve in Chianti

Piazza Matteotti, a Greve in Chianti

GREVE IN CHIANTI – Arrivano gli indiani. A 492 anni dalla scoperta della baia di New York (17 aprile 1524) da parte di Giovanni da Verrazzano, i nativi dell’America saranno in visita in Chianti, la terra che ha dato i natali al navigatore: il 17 aprile, in
occasione del Verrazzano day, una delegazione di Lakota Sioux sarà al castello di Verrazzano a Greve.

«Abbiamo voluto rendere simbolicamente omaggio ai primi abitanti che ha incontro nella baia di New York con lo spirito che ha sempre contraddistinto il navigatore: curiosità verso popoli sconosciuti, civiltà lontane ma sempre ricche di dignità
– spiega Luigi Cappellini, titolare del castello di Verrazzano e presidente della Fondazione Giovanni da Verrazzano -. Avremo la massima delegazione dei Lakota Sioux che firmerà un solenne patto di amicizia con le nostre autorità locali e a loro
dedicheremo poi una intera giornata con un convegno, un pranzo con piatti degli indiani d’America e della tradizione chiantigiana, ed una mostra con abiti, oggetti e manufatti dei Lakota».

Al convegno, dal titolo ‘Giovanni da Verrazzano, Nuovi mondi Antiche culture’ sono previsti gli interventi di Cappellini, Alessandro Martire, delegato del Governo della Nazione Lakota Sioux, il capo indiano Leonard Crow Dog Jr, Frederick Thomas
Haukaas, artista Lakota e Cathy Smith, costumista del film Balla con i lupi. Tra gli eventi correlati anche un annullo filatelico per celebrare l’evento e una manifestazione con sbandieratori in piazza Matteotti, a Greve, davanti al monumento al navigatore.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.