I giudici parlano di carenze e gravi criticità

Firenze, Corte dei Conti: bacchettata agli enti toscani. Il controllo di gestione non è soddisfacente

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa
Corte dei Conti

Corte dei Conti

FIRENZE – Bacchettata agli enti toscani da parte della Corte dei Conti. Perché  la situazione del controllo di gestione  è poco soddisfacente. I giudici contabili lo scrivono nel referto sul funzionamento dei controlli interni relativo all’anno 2013. I magistrati parlano di «gravi carenze e criticità» che attengono sia a contenuti essenziali del controllo in questione, sia a strumenti e procedure di espletamento.

In 28 enti, spiega la Corte dei Conti, non si fa riferimento a costi e ricavi dei singoli servizi/centri di costo, mentre in 44 enti,
manca un sistema di contabilità analitica di essi, con un totale di 24 enti in cui mancano entrambe le condizioni. In 51 enti le
rilevazioni risultano eccessivamente dilatate nel tempo, e dunque inadeguate. Si registrano inoltre carenza o inadeguatezza
degli indicatori di risultato (14 enti), carattere empirico e non fondato delle verifiche e dei monitoraggi per l’analisi e la
correzione degli scostamenti (17 enti), mancato riscontro, in termini di effettività del controllo, per la quantificazione
degli stanziamenti di competenza (33 enti).

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.