Pacchetto di misure varate dal Comitato per la sicurezza

Firenze, sicurezza: la prefettura vara un nuovo piano di sorveglianza del centro

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

militari-pattuglia-firenze-e1448916566322

FIRENZE – Un nuovo pacchetto di misure di sicurezza per il centro storico fiorentino, con lo scopo di contrastare la criminalità, l’abusivismo commerciale, e rafforzare la prevenzione contro il terrorismo. Il nuovo piano, che sarà attivo dal mese di maggio, è stato varato dal comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi in prefettura. «È stato deciso – viene spiegato in una nota diffusa dalla prefettura – di riproporre quell’azione sinergica sperimentata l’anno scorso e che si è dimostrata incisiva, con un dispositivo integrato con polizia carabinieri e guardia di finanza focalizzati sulla criminalità comune e i servizi antiterrorismo. Il centro storico sarà suddiviso in aree di controllo, piazza Signoria e Uffizi ai carabinieri, piazza del Duomo e Battistero alla polizia, Via Ricasoli e Accademia alla guardia di finanza».

In ciascuna sarà presente anche la polizia municipale, impegnata nel contrasto il commercio abusivo. I presidi saranno anche fissi, «ma si lavorerà soprattutto con interventi dinamici che hanno dimostrato di essere più efficaci, consentendo anche un miglior controllo delle persone singole e dei gruppi. Il sistema – viene precisato dalla prefettura – sarà modulabile secondo le esigenze e in base ai risultati via via ottenuti». Dai prossimi giorni inoltre nel controllo della zona del centro sarà impegnata anche l’associazione carabinieri in congedo. «Da non dimenticare – precisa la nota – che il centro è presidiato anche dai militari dell’operazione ‘Strade sicure’ (per i quali di recente è stato richiesto il rafforzamento), che hanno esclusivamente compiti di controllo antiterrorismo, ma la cui presenza è un sicuro deterrente contro i tappetini. Occhi in più che stanno nei posti giusti – ha sottolineato il prefetto Alessio Giuffrida – il centro cittadino è da tenere sotto osservazione e tutte le forze in campo danno il loro contributo».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.